Luoghi e Avventure

Weekend a Varese, cosa fare e cosa vedere 

La Lombardia è una regione in grado di sorprendere un visitatore. Perché oltre alle città famose, come la splendida Milano, ospita anche dei veri gioielli, città storiche come Varese, immersa nel verde e connotata da tantissimi palazzi liberty elegantissimi. 

Varese, nota anche come la città giardino, si trova nell’omonima provincia, collocata nei pressi del suo lago, ai piedi del Sacro Monte. Si tratta di una città abbastanza piccola, rapida da visitare per un weekend dedicato ad una natura rigogliosa e fiorente ed alla visita di una bellissima città. 

Ma che cosa fare e che cosa vedere a Varese nel corso di un weekend? Qui vogliamo mettervi qualche idea per visitare questa bellissima cittadina lombarda. Grazie alla presenza di numerosi hotel anche liberty, è possibile pernottare in città o nei dintorni, dove vi sono nuovi e moderni hotel con spa come questo che vi permetteranno di rilassarvi prima di partire alla scoperta di questo gioiello liberty della provincia di Varese. 

weekend a varese

Cosa vedere a Varese: qualche spunto nel centro storico

Varese è una elegante e splendida cittadina, con un grazioso centro storico, tanti balconi fioriti e giardini, ville e musei, palazzi, atri nascosti e un elegantissimo centro città da scoprire.

Di sicuro il palazzo più famoso è il Palazzo Estense, l’icona per antonomasia della città. Edificato nel 1771, si apre sugli splendidi Giardini Estensi, i giardini all’italiana della città, dove d’estate si tengono tanti interessanti eventi artistici, musicali e culturali. 

La villa era la residenza di Francesco III D’Este, e si tratta di un edificio in barocchetto lombardo con influsso neoclassico. Gli splendidi Giardini furono chiamati da Giacomo Leopardi, quando ebbe occasione di vederli, la ‘Versailles Italiana’ e sono sicuramente un luogo maestoso da vedere, che ospita laghetti, fontane, piante rare, antichi alberi, cigni e anatre. 

Da ammirare anche Villa Mirabella del XVIII secolo, che dà sul lago e sulle Alpi e che ospita i Musei Civici della Città. 

Per vedere il centro di Varese, partite da Corso Giacomo Matteotti, antico centro della città e oggi salotto bene di Varese ricchissimo di bar e di balconi fioriti, negozi di lusso e shopping. 

Nel borgo antico potete notare che le case sono particolarmente curate, con quel tocco liberty che si trova in tutta la città. La zona più ricca di verde e di orticelli e giardini nascosti è verso Via Veratti. 

Non perdetevi la bellissima Casa Perabò, un classico esempio di gotico lombardo. 

Non dimenticate di visitare il Piantone, un albero – caro del libano – piantato verso la fine del 1800 e ora punto di ritrovo nella città giardino, considerato con affetto da tutti gli abitanti di Varese. 

Musei e Sacro Monte: qualche spunto utile

I Musei della città, a parte quello già visto nei giardini estensi, sono soprattutto concentrati nel centro storico. 

Villa Panza, che si trova sul colle Biumo Superiore, è un luogo FAI ed è stata edificata nel XVIII secolo. Oggi ospita un museo di arte contemporanea internazionale dedicata soprattutto all’arte americana ed ospita tanti artisti americani. È circondata da un vasto parco di 33mila metri. 

Da vedere nei dintorni di Varese anche la Funicolare Vellone-Sacro Monte, che permette di salire al bellissimo Sacro Monte. L’antica funicolare è stata creata nel 1909 e attiva fino ai primi anni cinquanta. 

Il Sacro Monte di Varese è raggiungibile anche attraverso una strada che arriva fino in cima, ma è una bella idea quella di affrontare la camminata della Via Sacra attraverso le 14 cappelle del monte. Si tratta di una bellissima passeggiata fra piccole chiese e un panorama stupendo, paesini incantati e musei. 

Leggi anche:
Villa Las Estrellas, la città che vieta l’accesso a chi ha l’appendice
Away: arriva un’emozionante serie tv Netflix con Hilary Swank (TRAILER)
L’ultimo Blockbuster diventa un AirBNB per qualche notte di nostalgia… E Pigiama party!
I Luoghi di Lovecraft: in viaggio tra una pagina e l’altra
Londra: 7 luoghi a cui non puoi rinunciare se sei un Nerd

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button