Cinema, Film e Serie Tv

Un analista prevede che Netflix possa aumentare i prezzi prossimamente

Gli abbonati Netflix potrebbero doversi preparare ad un aumento dei prezzi per poter continuare ad usufruire, in un prossimo futuro, della piattaforma. La società ha alzato i prezzi recentemente, nel 2019, con il suo abbonamento più popolare aumentato di 2 dollari. Ora, un analista ha rivelato che in casa Netflix stanno riflettendo su ulteriori aumenti dei prezzi, sia negli USA che nel resto del mondo.

Deadline ci porta questa riflessione, nata da Alex Giaimo, della società di Wall Street Jefferies, che ha recentemente condiviso una nota con i clienti dell’azienda. In esso, Giaimo ha fatto notare che c’è stato un cambiamento di tono tra le earning calls (teleconferenze in cui la società discute della situazione finanziaria) di Netflix nel primo trimestre e nel secondo trimestre del 2020. Con la earning call del terzo trimestre programmata per il prossimo mese, Jeffries ha rivelato che si aspetta che un annuncio su un aumento dei prezzi possa essere imminente. La nota di Giaimo dice:

Dopo un cambio di termini in merito ai prezzi, nella conferenza (del secondo trimestre), riteniamo probabile un potenziale aumento nel medio termine. Nel primo trimestre, Netflix ha affermato che non stavano ‘nemmeno pensando ad aumenti di prezzo’, mentre nel secondo trimestre il tono era più possibilista’.

netflix

La maggior parte di Hollywood è stata colpita in modo estremamente duro nel 2020 a causa dei problemi legati alla salute ed alla sicurezza, che come sappiamo hanno tenuto i cinema fuori dai giochi. Inoltre, le produzioni hanno avuto difficoltà a riprendersi. Nel frattempo però Netflix ha prosperato con milioni di persone bloccate in casa con poco da fare. L’azienda ha aggiunto 26 milioni di abbonati nella prima metà dell’anno ed è estremamente vicina ai 200 milioni in tutto il mondo. Il piano più popolare dell’azienda attualmente costa 11,90 euro al mese.

Si stima che un aumento da uno a due dollari, in Nord America o in Europa, potrebbe portare tra 500 milioni di dollari ad un miliardo di dollari nelle tasche della società.

I consumatori ora hanno più opzioni, con Disney+, Apple TV+, Hulu, Amazon Prime Video e altri disponibili. Ma Netflix rimane il re dello streaming incontrastato, con tutti gli altri che combattono per il secondo posto.

Ma c’è una differenza fondamentale: Netflix non pubblica annunci pubblicitari sulla sua piattaforma. Quindi l’unico modo per aumentare le entrate per la società è aumentare i prezzi.
Anche se, viste le riflessioni sugli aumenti di abbonati a causa della pandemia, ci chiediamo se veramente la società di streaming abbia tutta questa necessità, in un mondo dove in molti, anche grandi nomi e società, faticano ad andare avanti.

Leggi anche:
Cobra Kai, recensione della serie Netflix: è in vetta ai contenuti più popolari
Enola Holmes: bene ma non benissimo secondo le prime recensioni del film Netflix all’estero
Netflix gratis, da oggi la visione di alcuni contenuti è possibile senza abbonamento

Back to top button