Fumetti, Comics e Manga

The Walking Dead: dal fumetto alla serie TV, le differenze

Se siete fan della serie The Walking Dead saprete certamente che le avventure di Rick Grimes trovano le loro origini in un fumetto di Robert Kirkman edito da Image (e portato in italia da Saldapress). Ma quello che potreste non sapere è che ci sono varie differenze tra la versione televisiva e quella originale, e che queste differenze sono state volute dallo stesso Kirkman!

Già, perchè l’idea di Kirkman è quella di sviluppare due trame differenti al fine di dare un’esperienza unica a chi voglia seguire l’una o l’altra versione, oppure raccontare due diverse storie a chi voglia seguirle entrambe.

Ma in cosa consistono queste differenze? Principalmente nella presenza – e nella sorte – di alcuni dei personaggi che più abbiamo imparato a conoscere ed amare. E in fondo, se abbiamo seguito ed amato una delle due versioni, possiamo vedere l’altra come uno “what if”.

the walking dead fumetto

The Walking Dead: what if…

Semplice ed efficace, questa domanda ci porta a delineare la prima, enorme differenza tra le due versioni della storia. E quando parlo di enorme differenza parlo del fatto che nei fumetti Daryl Dixon, che nella serie è il braccio destro di Rick nonchè uno dei personaggi più amati, non esiste. Già, Daryl e suo fratello Merle, entrambi personaggi di spessore nella serie TV, non esistono nei fumetti originali.

Mentre la loro presenza riveste un ruolo fondamentale nella trama, non si tratta degli unici personaggi creati appositamente per la serie TV: tra questi troviamo ad esempio anche T-Dog, la cui utilità sembra limitarsi al mostrare il violento razzismo di Merle, e Sasha, la sorella di Tyreese (quest’ultimo nei fumetti è invece l’originale braccio destro di Rick).

E che dire di Lizzie e Mika, le due bambine di cui Carol si prende cura? Beh, nei fumetti a rivestire quel ruolo sono due maschietti, Ben e Billy, e ad accudirli troviamo Andrea e Dale, che sono una coppia – almeno fino a che questi non ci lascia dopo che, infettato da un morso, viene catturato da dei cannibali… scena che nella serie è riservata al buon Bob Stookey. E sulla sorte dei due piccoletti, beh – quella è la solita, ma mentre nella serie è Carol stessa a prendersi cura della bambina che ha ucciso la sorella sarà Carl Grimes a giustiziare Ben per l’omicidio di Billy.

the walking dead fumetto

Prendere strade diverse

Anche i personaggi che conosciamo e che esistono sia nella serie che nel fumetto hanno molte differenze da far notare. Abbiamo già parlato di Tyreese, che nel fumetto è un vero osso duro ed è il braccio destro di Rick, ma che dire, ad esempio, di Carol e sua figlia?

Il destino delle due è diametralmente opposto tra serie e fumetto, dal momento che mentre nella serie Carol, dopo aver perso la figlia, rimane in vita molto a lungo e diviene uno dei principali membri del gruppo, nei fumetti muore suicida tanto da lasciare orfana la piccola Sophie, ancora viva, che trova una nuova figura materna in Maggie.

Ma arriviamo a quello che tutti ci stiamo chiedendo dall’inizio dell’articolo: come va nel fumetto la storia di Shane e Lori? Beh, per Shane cambia solo il carnefice, dal momento che ad ucciderlo è Carl, che lo fa per proteggere suo padre, e non Rick stesso. Lori invece riesce a sopravvivere al parto, ma perderà la vita assieme a sua figlia durante l’attacco del governatore – che nel fumetto, a quanto pare, è decisamente molto più crudele di quanto ci è stato mostrato nella serie TV – pensate che oltre a causare davvero molti più morti non ci pensa due volte a mozzare la mano destra di Rick quando ne ha l’occasione, costringendolo successivamente ad imparare a sparare con la sinistra.

Beh, detto questo voglio finire con un altro personaggio che è forse lo what if più grande dal fumetto alla serie dopo Daryl Dixon. Mi riferisco ad Andrea, che nella serie si trova ad opporsi a Rick e muore durante il ciclo del governatore. Perchè nei fumetti Andrea non solo rimane in vita, ma dopo aver perso Dale, con cui faceva coppia, trova un nuovo amore proprio in Rick, che non si innamora quindi di Michonne come accade nella serie TV. Ma quanto è importante questo amore tra i due? Abbastanza da portare Carl a chiamarla “mamma”, e da renderla uno dei personaggi di spicco della serie a fumetti anche nella parte di storia successiva al ciclo del governatore.

In sostanza: se conoscete solo la serie o i fumetti, non preoccupatevi di quanto uno può differire dall’altro, perchè è così che deve essere. E queste sono solo alcune delle differenze di fondo che potrete trovare, quindi se avete amato una delle due serie, vi consiglio vivamente di godervi l’altra con lo spirito giusto.

Leggi anche:
Army of the Dead di Zack Snyder avrà un prequel e una serie anime per Netflix
Killing Stalking: recensione del fumetto (merita molta attenzione)
Corona Zombies: in arrivo lo Z-movie sul Coronavirus
The End? L’Inferno Fuori: il ritorno dello Zombie Movie all’italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button