Videogiochi e Gaming

Super Killer Hornet Resurrection gratis

Un gioco di media qualità con luci ed ombre, costruito attorno ad una geniale idea. Ecco cos’è Super Killer Hornet: Resurrection, un titolo in vendita su Steam.

Super Killer Hornet: Resurrection

Il genere è quello degli shoot’em up, lo stile decisamente retro alla 8-bit. Questo titolo segue tutti gli standard classici del genere e quindi sarà amato dagli amanti dei bullet hell senza particolari sorprese. Merita una nota sicuramente il riferimento stilistico grafico e di concezione del livello al mondo degli insetti, facilmente individuabile persino dal nome del gioco e sicuramente dal nome delle tre navicelle disponibili (e diverse per caratteristiche come mobilità e tipo di sparo): Calabrone, Mantide (religiosa) e Locusta.

Pem Pem Pem!

Il twist in più è decisamente un elemento formalmente aggiuntivo al quale però si può, senza ombra di dubbio, assegnare il titolo di key feature del gioco: la matematica.

Eh già, perchè mentre sparerete ed eviterete proiettili e collisioni la vostra mente sarà occupata a fare conti. Sarete chiamati o meno a raccogliere numeri che scorrono sullo schermo, per fare calcoli matematici. Vista la difficoltà crescente del gioco, presto non sarà facile ignorare la potenza dei numeri, perchè solo attraverso un calcolo corretto potrete avere bonus e moltiplicfatori di danno. Ma non è finita qui! Un calcolo sbagliato vi penalizzerà ulteriormente riducendo la potenza delle armi. Provate ad affrontare con una sparafagioli il potente boss di fine livello!

E questo cosa diamine è?

Se vi stancaste della modalità di gioco principale, “Arcade”, avreste comunque a disposizione altre modalità come “time attack”, nella quale dovrete combattere contro un timer e le ormai famose operazioni matematiche vengono rimodulate per fornirvi del tempo aggiuntivo, o “survival”.

La critica comune è che però, proprio perchè molto “classico”, il titolo sia molto poco innovativo e soprattutto inadeguato rispetto alla media dei titoli attuali, con una risoluzione massima di schermo dell’anteguerra (640×480) ed una questionabile grafica che è discutibile se sia volutamente o irrimediabilmente un pò sciatta e poco curata.

Ottima invece a detta di tutti la colonna sonora, che non è solo orecchiabile ma anche abbastanza cattivella da entrare nell’orecchio e lasciarlo a fatica.

Se volete questo titolo vi basterà andare sullo store di Indiegala ed inserire il vostro indirizzo di mail nel box in alto. Fateci sapere come avete trovato il gioco e se le critiche erano fondate qui sotto nei commenti all’articolo.

Joliet Jake

Nato in una assolata e ridente (?) valle ai confini con la Svizzera, Joliet Jake sfruttò, dalla nascita, questo profluvio di orologi e cioccolato per la sua crescita. Un’errata proporzione nel mix ottenne lo straordinario risultato di farlo arrivare sempre in ritardo e di dipendere dal cioccolato per la propria sopravvivenza. Informatico per passione, ha molti interessi e mirabilmente riesce a fallire in tutto in modo omogeneo. Autore di testi di vario genere per formazione e velleità, si prodiga nella redazione di castronerie astrali. Vi conviene leggere i suoi scritti prima che scompaia ed il suo genio venga riconosciuto postumamente da archeologi in cerca di reliquie letterarie(digitali) di alto lirismo. Che però saranno convinti che la lingua dei testi sia il turcomanno antico.
Back to top button