Cultura e Società

Streghe: Tra Riti e Magia

Eccoci a noi! Nello scorso articolo vi avevo promesso che avrei parlato, per Halloween, delle creature più famose di questa festività. Bene, so che può risultare banale ma ho deciso di iniziare proprio con le regine di questa ricorrenza, se così si può dire, ossia le streghe.

Iniziamo con il dire che il termine Stregoneria proviene dalla parola latina strix, che significa strige, un uccello notturno protagonista di antiche leggende in cui si racconta che succhiasse il sangue dei bambini, ancora in culla, avvelenandoli con il suo siero malefico. Troviamo questo termine anche nel greco, con lo stesso significato, ma venendo associato ad un altro verbo che è stridere.

Il verso dei rapaci ha quindi portato alla creazione di questa parola e se il rapace è notturno ecco accendersi la fantasia popolare dei tempi, per cui risultava facile suggestionarsi e immaginare creature fantastiche, con poteri magici.

Le origini più antiche della stregoneria risalgono al codice di Hammurabi, quindi al secondo millennio avanti Cristo. In questo codice sono riportate delle disposizioni contro coloro che erano ritenuti stregoni e maghi.

Ma analizziamo meglio queste affascinanti creature andando a scoprire i loro strumenti. L’immaginario collettivo vede queste donne volare a cavallo di una scopa ma in realtà esistono altri dettagli da non sottovalutare;

Mantello: il mantello non ha una funzione specifica , possiamo quasi definirlo un “accessorio”.
Calderone: è uno strumento molto importante poiché serviva loro per produrre incantesimi e malefici.
Le Erbe: Le erbe si rivelano un ingrediente importante: raccolte durante la luna calante erano usate per i malefici, durante la luna piena erano invece per riti benefici.
Le candele: anche questo oggetto era utile alle streghe, durante i sabba unitamente a un cerchio magico tracciato in terra, che serviva sia a unificare il potere delle streghe che ad aumentarlo.
Bottiglie di vetro e orci servivano per contenere i filtri magici, in cui venivano infilati capelli, pezzi di unghie e stoffa trafitta da spilli.
Ghirlanda delle streghe: che consiste in un pezzo di corda a cui sono attaccate penne di oca, corvo e cornacchia e usata per lanciare il malocchio.

streghe--400x300

Come ben sappiamo uno dei riti più famosi a cui le streghe partecipavano da protagoniste era il Sabba.
Questo era un rito dove stregoni e streghe si riunivano, praticando riti magici e propiziatori in onore alla natura e all’universo. In questi raduni poi si susseguivano delle danze con ritmi ipnotici, muovendosi in senso antiorario e invocando forze cosmiche ed elementari. Come gran finale, le danze terminavano nell’orgia… Usanza che veniva praticata per dare sfogo all’animale che ognuno ha dentro di se. Davvero.

il-sabba-delle-streghe

Gli incontri erano presieduti da una presunta divinità cornuta, che ovviamente si supponeva fosse LuciferoPan. La somiglianza del mostro alla capra ha fatto in modo che l’animale fosse preso poi di malocchio dai cristiani, attribuendogli un immagine molto negativa, anzi, diabolica.

Nel XIII secolo iniziarono i primi processi per stregoneria, introducendo la tortura voluta da Papa Innocenzo IV. E così iniziò una vera persecuzione.

torture tortura2

Il periodo dell’inquisizione, in sintesi, può essere diviso in due fasi: vescovile e legantina. Inizialmente i vescovi cercavano gli eretici sottoponendoli a un processo e alla successiva scomunica. Nella seconda fase, il Papa nominava degli inquisitori permanenti che avevano poteri superiori a quelli dei vescovi e visto che ci furono diverse uccisioni da parte degli eretici venne consentito l’uso della tortura. Nel 1209 si scatenò una vera e propria persecuzione nel sud della Francia.

L’Inquisizione medievale operò soprattutto nel sud della Francia e nel nord Italia, cioè nelle due aree dov’erano maggiormente presenti Catari e Valdesi. In Spagna fu presente nel regno di Aragona, ma non nel regno di Castiglia. Nel resto d’Europa non sembra abbia avuto una particolare incisività, anche se si estese alla Germania, dove sarà fatta propria dai riformisti di Lutero, e in Scandinavia.

STREGHE

Non c’è un numero preciso di quante persone furono uccise ma la persecuzione fu definita addirittura femminicidio.

Spero che l’articolo sia stato di vostro gradimento e se qualcuno ha intenzione di vedere dei film sulle streghe ecco a voi dei titoli interessanti che vi introdurranno al tema! Buona visione e ci vediamo la prossima settimana.

  • Beautiful Creatures
  • Le streghe di Salem
  • Drag me to hell
  • Vita da Strega
  • The blair Witch Project
  • Amori e incantesimi
  • La seduzione del male
  • Giovani Streghe

laura

Nata tra i “monti” dei castelli romani si è avvicinata sin da piccola alla fotografia improvvisando set dove fratelli e cugini venivano usati come modelli. Fortunatamente per tutta la parentela, con il passare degli anni, la sua attenzione si è spostata verso un’altra fonte di ispirazione: il mondo del Cosplay. La piccola Laura cresce tra uno scatto e l’altro e nutrendosi esclusivamente di pane e playstation! I suoi obiettivi: Finire Ghost Recon! Immortalare eventi e sperimentare con la grafica. Creare montaggi video mozzafiato! Ce la farà?
Back to top button