Cinema, Film e Serie Tv

Split: una petizione chiede di rimuovere il film di Shyamalan da Netflix

La pellicola di M. Night Shyamalan del 2016, basata sulla vera storia di Billy Milligan, è finita nell’occhio del ciclone. Split, infatti, è stato accusato di rappresentare in maniera irrealistica le persone affette da disturbo dissociativo dell’identità. Per questa ragione, alcuni utenti hanno lanciato una petizione sulla piattaforma Change.org. L’intento? Ottenere la rimozione del film da Netflix.

La campagna #GetSplitOffNetflix per rimuovere Split dal catalogo

Per sostenere la petizione, su Twitter è stato diffuso l’hashtag #GetSplitOffNetflix. Sono in molti, infatti, a ritenere che le vicende e i personaggi del film offendano coloro che soffrono del Dissociative Identity Disorder (DID). Tra le argomentazioni riportate dagli utenti sui social, si legge:

Split è un film che ha causato un grande danno alla comunità delle persone che soffrono di disturbo dissociativo, a causa della sua falsa rappresentazione sia del DID (Dissociative Identity Disorder) sia della pluralità in cui vengono demonizzati.

E ancora:

Questo film implica letteralmente che le persone che soffrono di DID sono dei “mostri” e stigmatizza completamente una malattia mentale già pesantemente stigmatizzata.

Nella battaglia per la rimozione di Split da Netflix si sono schierati in prima persona anche coloro che sono affetti da disturbo dissociativo dell’identità:

Non ho bisogno che la mia famiglia pensi che sia un mostro. Se non capisci come ciò possa influenzare la gente nella vita reale, guarda come Lo squalo ha influenzato la percezione di questi animali. Vorrei che le persone fossero intelligenti abbastanza da non lasciare che la fantasia dei film appanni i loro giudizi, ma purtroppo non è così.

Attese sulla decisione di Netflix

Nonostante la mobilitazione del web, il sito di streaming non è ancora intervenuto con alcuna dichiarazione in merito alle richieste di rimuovere Split dall’elenco delle pellicole disponibili.

Tra le due strade che Netflix potrebbe adottare, ci sono la totale esclusione del film o l’aggiunta di un disclaimer ai titoli di testa (come HBO ha fatto con Via Col Vento in merito al contesto di razzismo), in cui informare gli spettatori riguardo la non autenticità della rappresentazione.

Siamo anche in attesa della reazione del regista di Split. Essendo molto attivo sui social, infatti, è probabile che lo stesso M. Night Shyamalan intervenga con un comunicato ufficiale. E voi, da che parte state? Ritenete che Split debba essere rimosso da Netflix o pensate sia un atto di censura?

Back to top button