Cinema, Film e Serie Tv

Avvistati diversi Spider-Man a New York per #BlackLivesMatter (FOTO)

Le proteste che in questi giorni hanno portato l’America a dichiarare lo stato di emergenza hanno forme di ogni genere, dai più classici cortei ai più curiosi e coloriti video di K-pop per otturare la rete degli strumenti della polizia. Alle proteste si sono uniti molti VIP (ricordiamo l’emotivo discorso di John Boyega) ed anche alcuni… Supereroi. Beh, in un certo senso è la verità, dal momento che dei protestatori sono comparsi alle varie manifestazioni indossando il costume Batman e adesso, anche da Spider-Man.

Dopo che l’omicidio di George Floyd ha fatto esplodere il movimento #BlackLivesMatter, tutti gli americani già indignati dalla brutalità della polizia nei confronti dei cittadini di colore, hanno deciso di dire la loro ed iniziato a organizzare manifestazioni di protesta prevalentemente pacifiche, molte delle quali si sono scontrate con nuovi episodi di brutalità della polizia.

Un amichevole Spider-Man di protesta

Per le strade di New York non poteva non apparire un amichevole Uomo Ragno di quartiere: l’eroe Marvel è noto, infatti, per essere il difensore di Manhattan. Gli avvistamenti di questo impavido eroe dal costume rosso sono stati multipli: tantissimi giovani hanno deciso di indossare questo costume per le proteste e sono stati fotografati in vari luoghi tra i quali, a esempio, il ponte di Brooklyn.

Perchè proprio questo posto e non uno qualsiasi? Beh, perchè Brooklyn è la casa di Miles Morales, un adolescente afroamericano di origini ispaniche che nei fumetti Marvel indossa il costume di Spider-Man dopo la morte di Peter Parker.

E quale miglior simbolo di un supereroe che oltre ad essere il protettore di New York è anche parte della minoranza la cui oppressione viene combattuta proprio dal movimento di #BlackLivesMatter?

Le foto del cosplayer di Morales che si erge sul ponte di Brooklyn, sopra la folla, sono state postate su Twitter dal giornalista Walker Bragman che sta aggiornando costantemente il proprio profilo informando sul modo in cui procedono le proteste.

E se l’autore di questo gesto volesse, direi che potrebbe ritenersi assolutamente soddisfatto di un’altra reazione: pare che Phil Lord, co-autore e produttore esecutivo di Into the Spider-Verse, abbia infatti re-twittato le foto con un applauso sotto forma di emoji.

Back to top button