Attualità

“Senza laurea non trovo lavoro”: le alternative professionali alla laurea

Capita spesso di sentire la fatidica frase: senza laurea non trovo lavoro. Da un lato è vero che il famoso “pezzo di carta” può aiutare a livello professionale, in quanto fornisce una qualifica certificata, tuttavia, per alcune categorie professionali non risulta indispensabile per l’inserimento nel mondo del lavoro. Esistono infatti delle possibilità lavorative interessanti anche per chi non ha conseguito questo titolo, e che andremo ad approfondire in questo articolo.

Il pezzo di carta all’italiana

Per prima cosa, è bene fare una premessa: è oramai da anni che la singola laurea non basta più per trovare lavoro, e lo dimostrano i dati sull’occupazione dei giovani laureati italiani rilasciati dall’ISTAT. Il fenomeno dei laureati disoccupati nel nostro paese si crea per due motivi fondamentali: il primo riguarda la mancanza di un anello di congiunzione tra il mondo della formazione e quello del lavoro, che genera di conseguenza anche un secondo fattore di svantaggio, ovvero la mancanza di esperienza sul campo da parte dei giovani laureati.

Per questo in molti si domandano “ma se non mi danno una possibilità, come faccio ad accumulare quell’esperienza necessaria per lavorare?”. Inutile dire che si tratta di uno dei grandi dilemmi irrisolti del mercato del lavoro attuale, ed è anche per questo che molti giovani preferiscono svolgere carriere che indirizzino subito verso una professione concreta piuttosto che iniziare un percorso di studi lungo e potenzialmente senza un risvolto pratico nel mondo del lavoro.

Le opportunità lavorative senza la laurea

Ad ogni modo, anche senza la laurea esistono diverse opportunità lavorative raggiungibili e ben remunerate. I giovani che si ripetono spesso la frase “senza laurea non riesco a trovare lavoro”, ma non conoscono ad esempio le possibilità di lavoro in ambito digitale, che nel contesto attuale possono garantire una buona posizione lavorativa senza la necessità di conseguire un titolo di studio universitario. Esistono infatti una serie di nuovi mestieri in continua espansione, come lo sviluppatore web, il social media manager o l’e-commerce specialist che non richiedono necessariamente una formazione post diploma, e che attualmente sono tra le figure più ricercate e più richieste dal mercato del lavoro.

Naturalmente non bisogna dimenticarsi dei classici lavori manuali, professioni che, a dispetto delle apparenze, vengono pagate meglio rispetto a quelle teoricamente accessibili con un titolo di istruzione superiore. Si parla ad esempio di chi lavora come chef, di chi si occupa di beauty, di chi vuole diventare pilota di linea, e molto altro ancora. Riassumendo, le possibilità per chi non vuole proseguire gli studi esistono e sono accessibili a tutti, per questo vale la pena seguire le proprie inclinazioni.

Leggi anche:
Facebook assume: 10.000 nuovi posti di lavoro nei prossimi 5 anni per il multiverso
Come trovare lavoro online nel 2021
QLASH, parla Luca Pagano: videogiochi strumento per educazione, salute e lavoro
Regali tecnologici per sorprendere un amico per la laurea

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button