Cinema, Film e Serie Tv

Sean Bean è stanco dei ruoli in cui deve morire

L’attore Sean Bean sembra non farcela più a veder morire i personaggi da lui interpretati nei tanti film di successo a cui ha partecipato, al punto da iniziare a rifiutare tutti i ruoli il cui copione preveda la morte in scena.

Sono infatti 21 i film in cui Bean perde la vita: un numero considerevole che ha porta una forte ilarità tra gli stessi fan dell’attore, al punto da creare una lunga serie di meme.

sean bean
Alcune delle morti più celebri di Sean Bean. Sicuramente le ricorderete tutte!

La ‘mortale’ carriera di Sean Bean

Decapitato in Game Of Thrones, crivellato di frecce ne Il Signore Degli Anelli, precipitato a morte in GoldenEye. Quasi un vezzo dei registi.

Dopo 35 anni nel mondo del cinema, l’attore sembra averne avuto abbastanza di esser fatto fuori prima dei titoli di coda. Sean Bean, con ormai 60 anni all’anagrafe, ha dichiarato:

Ho rifiutato molte proposte. Ho detto loro tutti sapranno che il mio personaggio morirà perché sarò io ad interpretarlo!

L’attore è arrivato anche ad accettare che il personaggio finisse gravemente ferito, purché restasse in vita.

sean bean
… Quantomeno Sean Bean è dotato di molta autoironia!

I continui decessi durante le serie ed i film hanno portato anche un peso in più: la morte di Ned Stark, in Game Of Thrones alla fine della prima stagione, non ha permesso all’attore di essere inquadrato come star di spicco come tutti coloro i quali hanno proseguito nelle stagioni successive, ricevendo proposte per nuovi progetti di successo. Un peso, quindi, economico e di notorietà non certo da poco.

Non è solo il buon Sean Bean a vederla in questo modo: già dal 2014 è sfociata una campagna mediatica per la sua sopravvivenza, chiamata #dontkillseanbean , letteralmente non uccidete Sean Bean.

boromir
Se qualcuno pensa ci sia stata una morte più bella di quella di Boromir… mente a se stesso e agli altri.

Sembra che finalmente gli sia stato offerto un ruolo da survivor nella prossima serie drammatica della BBC1. La serie, ambientata nella Seconda Guerra Mondiale, lo vedrà affiancarsi alla premio Oscar Helen Hunt ed alla candidata Lesley Manville, forse sarà la volta buona in cui vedremo Sean Bean sopravvivere.

Ma anche così, non avrà tolto un po’ del mistero?

Quella strana paura delle turbolenze…

Come sappiamo, il cast del film su Il Signore degli Anelli, ha girato il film sui grandi paesaggi della Nuova Zelanda, terra verde e al contempo, molto estesa.

Per fortuna che la troupe aveva a disposizione un elicottero. Tuttavia, uno degli attori ha sempre declinato gli inviti a spostarsi in volo. Indovinate chi? Parliamo proprio di Sean Bean. Se per l’artista, morire sul set non è un problema, non è la stessa cosa quando si tratta di salire a bordo di mezzi aerei.

“Ero un po’ spaventato”, ha rivelato tempo dopo. “Per spostarci ci avevano detto di usare l’elicottero ma ho scelto di non farlo e sono stato costretto a camminare per molti chilometri. Mi trovavo in cima a questa montagna, con due ore di ritardo rispetto a tutti altri, perché non volevo salire su un elicottero. Gli aerei non sono un problema, mi ci sono abituato nel corso degli anni, l’unica cosa che ancora mi fa paura sono le turbolenze”

In un late show, quello di Jonathan Ross, l’attore si è sfogato raccontando pubblicamente il suo “problema con le altezze”. Per il film di Lotr, ha comunque utilizzato una sciovia indossando il costume completo di Boromir, armatura e accessori compresi, per poi continuare a piedi. Ovviamente, l’attore doveva organizzarsi ore prima degli altri per raggiungere le riprese in tempo – si parla di qualche ora di anticipo rispetto ai membri che utilizzavano l’elicottero.

Ironico – e a questo punto anche iconico, il suo successivo ruolo in Flightplan, pellicola ambientata su niente poco meno che un aereo. Che dire, una personalità alquanto singolare, come del resto le sue doti attoriali. Non vediamo l’ora di rivederlo sullo schermo augurandoci che abbia un ruolo che esalti ancor di più il suo talento. Senza dover per forza essere ucciso!

Leggi anche:
Al Pacino: i migliori film dagli esordi fino a oggi
Attori che Hanno Diretto Grandi Film

Albicocca

Trentenne romano da sempre appassionato di fantasy, fantascienza e film d’animazione. Non basta? Ebbene, è anche otaku da quando ha imparato a leggere e metallaro da quando ha imparato ad “ascoltare”. Larper a tempo perso, DM di Dungeons & Dragons a tempo pieno, ma non parlategli delle nuove edizioni che diventa intrattabile. Nella vita quotidiana si occupa di no profit, cercando un compromesso tra un lavoro che dia soddisfazione (di cui andare fiero?)ed avere un tetto sopra la testa. Incredibile ma vero, è allergico alle albicocche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close