Videogiochi e Gaming

Scommesse, l’Africa sarà il prossimo grande mercato grazie all’arrivo di internet

Il 50% tra i 17 e i 35 anni scommette. Il primato spetta al Kenya, dove la percentuale arriva al 76% per questo range di età.

In Africa l’arrivo di internet sui dispositivi mobili ha equiparato i giovani africani a quelli del resto del mondo. La fascia dei millenials, intesa sia come persone nate dopo il 2000 ma anche chi ha compiuto 18 anni proprio in quell’anno, tra sogni e speranze di un futuro migliore si sono buttate a capofitto nel mondo delle scommesse aprendo però la strada anche alle organizzazioni criminali che fiutano il business. 

Tra le conseguenze del boom di Internet e della telefonia mobile nel continente africano, anche l’esplosione del gioco d’azzardo tra i giovani.  Una recente ricerca condotta dall’Università del Colorado ha dimostrato come lo sviluppo del digitale e la diffusione degli smartphone nei Paesi africani sia stata accompagnata da un aumento considerevole del fenomeno delle scommesse.

I DATI GEO-POLL  

L’Africa Subsahariana è la regione del Continente a essere maggiormente colpita dalla diffusione di queste attività. I dati Geo-Poll più recenti dimostrano come a scommettere online siano per più della metà uomini tra i 17 e i 35 anni. Il primato spetta al Kenya, dove la percentuale arriva al 76 per cento per questo range di età.

IL PARERE DELL’ESPERTO


A tal proposito abbiamo chiesto un parere a Gianluca Landi, uno dei professionisti più competenti e in auge nel settore del gambling e del trading sportivo in Italia su quali possano essere i vantaggi di un’apertura del mercato delle scommesse anche in un continente molto popoloso come quello africano: ” I’interesse per le scommesse sportive in un nuovo Continente quale l’Africa, quasi completamente vergine a questa tipologia di business, porterà sicuramente grandi benefici in termini di nuovi giocatori nel sistema, volumi maggiori e nuovi campionati nei palinsesti dei bookmaker che dovranno di fatto adeguarsi alla nuova domanda. Sia il Continente Africano, che gli Stati Uniti d’America con l’introduzione nella legislazione dei singoli Stati del betting, potrebbero portare nei prossimi anni maggiore liquidità anche nel betting exchange e rendere questa nuova modalità ancora più popolare al grande pubblico e più efficiente.”

I MOTIVI DEL BOOM DELLE SCOMMESSE ONLINE

I motivi di questo grande incremento delle scommesse sono molteplici e si possono sintetizzare nei seguenti punti:


1-
 la crescente diffusione della telefonia mobile in tutto il continente, e la facilità con cui è possibile acquistare uno smartphone anche nelle aree più povere. I prezzi dei telefoni si sono abbassati e di conseguenza comprarne uno non è così poi difficile. Il telefonino è diventato anche per loro, così come era per noi tantissimi anni fa, uno status symbol da esibire.

2- La maggiore connettività include anche l’accesso ai canali satellitari dove assistere agli eventi sportivi e ai match calcistici delle squadre più famose del globo. Guardandole partite e gli spot pubblicitari vengono anche loro a conoscenza di questa nuova opportunità e vogliono cercare di salirci a bordo.

3 – l’Africa ha la popolazione più giovane del mondo e si stima che il 60 per cento degli abitanti abbiano meno di 25 anni. Molti non hanno un’occupazione e quindi le scommesse regalano loro una speranza. Che poi non è troppo distante neanche dalla nostra realtà per la stessa fascia d’età soprattutto in alcune regioni.

IL RISCHIO INGERENZA DA PARTE DELLA CRIMINALITA’

Povertà, scommesse e crimine vanno però spesso di pari passo e non tarderanno ad arrivare le organizzazioni criminali a mettere mani sul denaro magari, cosa che in parte già avviene, alterando risultati sportivi con l’ormai famoso e temibile match-fixing. Dove c’è più povertà e voglia di guadagni facili e veloci è più semplice corrompere i giocatori per andare a falsificare i risultati e portare ingenti profitti alle associazioni criminali.
E’ necessario ancora di più cercare di monitorare il sistema per evitare sin da subito la nascita e il proliferare di questi fenomeni.

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button