Guide

Scegliere il condizionatore giusto tra efficienza ed estetica

Scegliere un condizionatore non vuol dire solo fare i conti con efficienza e risparmio energetico, ma bisogna tener conto pure del design e dell’estetica.

E’ difficile mettere d’accordo efficienza, risparmio e design, per fortuna in commercio troviamo diversi modelli di climatizzatori che puntano a trovare un perfetto incontro tra un elevata efficienza ed un design raffinato.

Chiaramente possono aumentare i costi, ma il tempo per recuperare l’investimento c’è ed è reale, grazie ad un risparmio praticamente immediato sulle bollette.

Alcuni esemplari di climatizzatore sono più consigliati rispetto a tanti altri dai tecnici specializzati e ora vedremo perché.

Daikin Stylish

La serie Daikin è famosa nel campo, e può vantare un design in armonia che sa sposarsi bene con il resto degli elettrodomestici e dell’arredamento. Ha dimensioni compatte e una profondità di soli 18.9 cm, è disponibile in 3 colori (bianco, argento e blackwood). Utilizza il refrigerante R32 a basso GWP.

Le prestazioni vantano la massima classe di efficienza energetica (A+++) sia in raffrescamento sia in riscaldamento ed è un bel risparmio sulla bolletta.

Integrato ha un adattatore wi-fi che gli permette un collegamento alla rete di casa ed essere gestito da smartphone o tablet  senza l’uso di telecomando.

Daikin Emura

Della famiglia Daikin abbiamo anche l’Emura, una serie esclusiva di condizionatori personalizzabili anche nel rivestimento. Grazie al suo design sofisticato ed alla possibilità di rivestirlo con i materiali Alcantara, di diversi colori e stili, si sposa bene con ogni arredo.

La tecnologia Inverter di questo modello ne aumenta il risparmio energetico del 30%, riducendone i consumi che vanno a pesare meno in bolletta. Ma non solo: il filtro deodorizzante con titanio e apatite elimina le particelle di polvere presenti nell’aria, i cattivi odori, i virus, i batteri e i microbi.

Mitsubishi Kirigamine Style

Per unire innovazione, design ed elevata efficienza energetica, potete sempre optare per il Kirigamine Style della Mitsubishi.

Se cercate un Design unico, il Kirigamine è quello che fa per voi.

Ma non è l’estetica il suo punto forte, tuttavia il climatizzatore è ottimo sul lato dell’efficienza: utilizza il refrigerante R32 a basso impatto ambientale – permettendo una riduzione delle emissioni nocive nell’ambiente – ed il consumo energetico lo fa appartenere ad un classe A+++

Ma quale condizionatore scegliere? Ognuno può scegliere ciò che vuole in base alle proprie esigenza, ma solitamente inciampano tutti nella stessa domanda: Quanto mi costa installare un condizionatore?

L’installazione fatta bene

Possiamo girarci intorno e far finta di nulla, ma la questione dei costi è il principale dei motivi che ci fa desistere dall’idea di acquistarne uno.

Una volta acquistato però c’è il problema dell’installazione. Anche questa ha un costo – a meno che non abbiate acquistato un climatizzatore portatile, il quale non richiede particolari sforzi – resta lo scoglio dell’installazione.

Ci sono ovviamente degli accorgimenti importanti da seguire per un’installazione del condizionatore a regola d’arte.

A incidere molto è il modello di condizionatore che rende l’installazione più o meno complessa, dunque più o meno costosa.

La richiesta economica del tecnico varierà anche in base al numero di unità interne ed esterne da montare (monosplit, dualsplit, trial etc…)

Presenza o meno di predisposizione per la messa in opera, ovvero se si tratta di un’installazione o sostituzione. Nel primo caso è inevitabile che la spesa sia maggiore.

Ad incidere molto è il modello del condizionatore che rende l’installazione più o meno complessa, e di conseguenza più o meno costosa.

La parcella del tecnico può variare anche in base al numero di unità interne ed esterne da montare (monosplit, dualsplit, trial etc…).

La presenza o meno di predisposizione per la messa in opera, ovvero se si tratta di un’installazione o di una sostituzione. Nel primo caso è inevitabile che la spesa sia superiore.

Ed infine, possono avere un loro costo eventuali certificazioni o contratti di manutenzione da stipulare.

A tutti questi dubbi e perplessità può rispondere un tecnico specializzato, verso il quale consigliamo di rivolgervi sempre. Una persona specializzata nel settore può tranquillamente preventivarvi il tutto.

C’è chi preferisce montarlo da se, ma analizzati pro e contro di uno e dell’altro consigliamo sempre un’installazione professionale. Si tratta dell’unico modo di avere un impianto installato al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close