Cinema, Film e Serie Tv

Scarlett Johansson, è polemica: ecco come risponde alle critiche

È in assoluto l’attrice più pagata al mondo, una donna estremamente influente, nonché il sogno erotico per eccellenza di milioni di persone in tutto il globo. Scarlett Johansson, negli ultimi anni, complice il ruolo di Black Widow in The Avengers, ha ottenuto un successo planetario incredibile. Ma chi pensa che almeno lei riesca a mettere tutti d’accordo, si sbaglia enormemente. Soprattutto nell’ultimo anno, l’attrice è stata sommersa di polemiche.

Risultati immagini per black widow
Scarlett Johannson nei panni di Natasha Romanoff/Black Widow

Il politicamente corretto colpisce anche Scarlett Johansson

Parte delle critiche piovute sulla Johansson derivano proprio dalla scelta di interpretare alcuni ruoli piuttosto delicati. In particolar modo quello di Mira Killian (personaggio asiatico) in Ghost in the Shell, un film che all’epoca fu messo sotto processo mediatico con l’accusa di whitewashing

Poco dopo, l’attrice venne scelta per interpretare il ruolo di Dante Tex Gill, un gangster transgender, nel film Rub & Tug. Se in un primo momento aveva cercato di difendersi dalle critiche, alla fine Scarlett Johansson si arrese e decise di abbandonare il ruolo, decretando la fine del progetto. 

Ma la polemica più pesante deriverebbe proprio dalla sua amicizia con Woody Allen, con cui ha anche recitato in passato in film come Scoop e Vicky Cristina Barcelona. Il regista è accusato di molestie sessuali da molti anni, e i fan della Johannson si aspettavano un allontanamento dell’attrice che però non c’è mai stato.

La risposta

Finalmente la Vedova Nera ha deciso di passare all’azione, dicendo forte e chiaro cosa prova in un’intervista a Vanity Fair: “non sono un politico e non posso mentire sul modo in cui mi sento sulle cose“, afferma la Johannson. “È la mia personalità e non voglio cambiarla. Non intendo modificarmi o limare ciò che penso o ciò che dico. Non sarei me stessa.

Anche se ci sono momenti in cui mi sento forse più vulnerabile perché ho espresso la mia opinione su qualcosa, in generale penso che sia pericoloso ammorbidire il modo in cui ti presenti solo perché hai paura della reazione delle persone” e aggiunge: “Questo non mi sembra affatto progresso. Mi sembra terrificante.”

Quando le è stato chiesto delle critiche ricevute per i suoi commenti su Allen, e se fosse giunta ad una conclusione, ha risposto “Non lo so. Non non lo so più di qualunque altra persona. Ho solo una stretta vicinanza con Woody, è un mio amico. Ma non ho altre opinioni.

Risultati immagini per scarlett johansson woody allen
Una scena del film “Scoop” con Woody Allen e Scarlett Johannson

A quel punto la giornalista Chris Heath ha detto alla Johannson che i suoi commenti su Allen potrebbero essere percepiti come dire “Non ti credo” a una donna che ha denunciato le molestie subite. 

“, risponde l’attrice. “Capisco come questo possa scatenare la rabbia di alcune persone. Ma solo perché credo al mio amico, non significa che non sostengo le donne. Si deve considerare caso per caso. Non potrei prendere una posizione generale, non ci crederei. Ma questa è la mia convinzione personale. Ecco come mi sento.”

E quando si tratta del suo controverso casting nel film Rub & Tug, la star risponde che: “Con il senno di poi, credo di aver gestito male quella situazione. Non ero abbastanza sensibile né totalmente consapevole di cosa provasse la comunità trans. Ho imparato molto attraverso quel processo. È stato un momento difficile. Mi sono sentito malissimo al riguardo. Rendersi conto di essere un po’ sorda a qualcosa non è una bella sensazione“.

StoriediJoe

Io come Stephen King sono convinto di avere un cuore di bambino… La differenza è che, mentre lui asserì di averlo in un vaso di vetro sulla sua scrivania, il mio fortunatamente batte nel mio petto e ciò che più di tutto riesce a farlo accelerare è ascoltare una grande storia. Sono un grande appassionato di cinema, letteratura e serie televisive ed è principalmente di questi argomenti che desidero scrivere e discutere (ma non solo). I miei gusti letterario-cinematografici spaziano dal genere d’avventura all’horror, dalla commedia al dramma, passando per la saggistica. Sono interessato a tutto ciò che abbia una storia da raccontare e delle emozioni da esprimere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close