Eventi e Fiere

Romics 2016: il report completo!

Per la comunità nerd il ritorno della primavera significa nuova stagione fieristica, e dopo il Cartoomics a Milano, di cui ci siamo occupati in questo articolo, nei giorni scorsi è toccato al Romics, la più importante fiera di Roma ed una delle tre grandi fiere italiane.

Per chi non ha potuto presenziare alla quattro giorni di eventi, il sottoscritto ha seguito passo passo ogni cosa e ha vissuto di persona la giornata di domenica.

Questo è ciò che è successo, e ciò che ho vissuto, al Romics 2016!

Iniziamo con un recap molto veloce dei giorni precedenti. Il Romics è iniziato giovedì alla presenza del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che ha inaugurato il Comics Meeting&Lab e Wallab della Creatività creato in collaborazione con la Regione Lazio che sta affiancando sempre più la fiera romana.

Romics Zingaretti

Il presidente Zingaretti è da sempre molto vicino alle tematiche giovanili

Venerdì è stata la volta dei Dance Anime Award, sabato del Kpop Contest Italia. Numerosi gli ospiti che hanno partecipato all’evento in entrambi i giorni, tra cui ovviamente il tanto atteso Go Nagai, Edvige Faini, fumettisti di primo piano nazionale ed internazionale e personalità legate al mondo videoludico e cinematografico; Yamato Video e Dynit si sono prodigati con episodi inediti o rimasterizzati di alcune serie anime, e la casa editrice Star Comics ha presentato un evento/dibattito su Fairy Tail. Ha chiuso i primi tre giorni di Romics il Gran Galà del Doppiaggio.

Romics Quartana

Il premio Andrea Quartana al Gran Galà!

La mia domenica è iniziata molto in ritardo (a causa delle condizioni meteo nel sud Italia); l’affluenza, all’arrivo, era in linea con l’edizione primaverile degli anni passati ma meno sentita a causa della vicinanza con il prossimo Napoli Comicon, e ciò si rifletteva molto sia sugli annunci delle case editrici (praticamente nessuno, o quasi), ma anche sulla presenza di cosplayer di primo piano molto più scarsa degli anni precedenti: la notizia dell’aggressione fascista ai danni del fumetto Quando C’era LVI di Fabbri e Antonucci e la presenza sotto le aspettative di Go Nagai (precisamente una toccata e fuga di quattro minuti) hanno leggermente attenuato la frenesia del momento.

Romics Nagai

Go Nagai riceve il Romics d’oro!

Finalmente l’organizzazione del Romics ha confermato i cinque padiglioni attivi: il padiglione 8 dedicato esclusivamente agli eventi ed il padiglione 6 dedicato agli youtubers hanno incanalato la presenza di alcune categorie di partecipanti all’evento liberando il padiglione 7 dedicato a fumetti e comics, che per la prima volta sono riuscito a visitare nella sua interezza trovando chicche che cercavo da anni. Il pomeriggio dedicato al padiglione 9 e ai suoi boardgame (una delle mie passioni) è stato proficuo e interessante, potendo visionare come beta tester il gioco Parsec.

Romics Barbieri

I tarocchi di Barbieri. Fenomenali!

Bellissima esperienza al padiglione 5, dedicato come al solito ad un mix che raccoglie stand di gadget dal Giappone, accessori per cosplayer, il palco dove trasmettono i trailer (con conseguenti stand Yamato Video e Dynit) e le mostre. Fenomenali quella sui Tarocchi di Barbieri, e quella di Go Nagai, di cui mi occuperò in un articolo a parte. Chiude il mio Romics 2016 un salto alla premiazione del Cosplay Contest che quest’anno è stato funestato da una serie di problemi tecnici fastidiosi e tempistiche sfasate.

Romics Lego

La mostra di Lego mi ha fatto impazzire!

Che dire, il Romics si conferma una delle fiere più belle e grandi d’Italia, ma l’impressione che io, ed altri come me, abbiamo avuto è quella di partecipare ad una fiera che seppure con ospiti di altissimo livello viene semi snobbata da case editrici e case di produzioni per la vicinanza con il Comicon (per quanto riguarda l’edizione primaverile) e il Lucca Comics (per quanto riguarda l’edizione autunnale, e forse l’organizzazione dovrebbe pensare ad un cambio date come successo quest’anno proprio allo stesso Comicon o al B-Geek di Bari. In compenso, il mio voto finale è un 7 pieno, superiore agli anni precedenti.

E voi, siete stati al Romics? Cosa ne pensate? Fatevi sentire nei commenti!

Pierfrancesco Caroli

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali.
Back to top button