Natura e Ambiente

Ritrovate gigantesche tartarughe marine preistoriche, sono Leviatani a tutti gli effetti

I più affamati di serie TV riconosceranno come “Leviatani” i personaggi di Supernatural, tra i primi ad essere creati. In realtà la parola Leviatano deriva dalla tradizione biblica e sta ad indicare una creatura mastodontica e che incarna e rappresenta il Potere dei grandi nei confronti dei piccoli. Questo nome è stato dato anche alle tartarughe marine più grandi mai scoperte in Europa. Il ritrovamento è avvenuto in Spagna, precisamente nella zona dei Pirenei settentrionali.

Una specie di tartaruga marina gigante è stata scoperta in Spagna

Nei Pirenei settentrionali della Spagna, i ricercatori hanno scoperto le ossa pelviche e i frammenti di conchiglia di una creatura gigante. Si tratta dei resti di una specie di tartaruga marina gigante. La creatura preistorica pesava circa 2 tonnellate ed era lunga 12 piedi (3,65 metri): questo la rende la più grande creatura(marina e non) mai trovata in Europa. James Ashworth del Natural History Museum di Londra ha detto che la scoperta è stata puramente casuale. Un escursionista ha accidentalmente trovato alcuni frammenti ossei durante un’escursione nei Pirenei. Da allora un museo locale e il Ministero della Cultura catalano hanno raccolto i resti della creatura, ma non sono stati studiati fino al 2021.

tartarughe marine preistoriche
Image credit: Àngel Galobart

I ricercatori però, di recente, hanno iniziato nuovi scavi nei Pirenei e hanno ritrovato frammenti del bacino e del guscio della tartaruga. Gli scienziati hanno chiamato la tartaruga Leviathanochelys aenigmatica. “Leviathan” significa grande animale, e “chelys” significa tartaruga, e “Aenigmatica” significa misterioso. Quest’ultima caratteristica si riferisce alle strane caratteristiche della creatura.

Sandra Chapman, curatrice di fossili di rettili e uccelli al Natural History Museum di Londra, ha affermato che la tartaruga possedeva un bacino molto grande e un osso unico che sporgeva dal lato del bacino. Inoltre, questo tipo di ossatura di non è mai stata osservata prima in nessuna altra specie di tartaruga marina, viva o morta. Tale struttura ossea sembra essere attaccata ai muscoli e quindi i ricercatori pensano che potesse aiutare la gigante tartaruga marina a respirare in acque profonde.

Leggi anche:
Freddy, la storia della tartaruga con il guscio stampato in 3d
Acquari per tartarughe: guida e consigli per principianti
Vigili del fuoco rianimano tartarughe con piccole maschere ad ossigeno

Back to top button