Natura e Ambiente

Risparmio energetico: come fare attenzione sui consumi “nascosti”

Un recente studio presentato da Midori, startup nata nel 2011, dimostra come il 40% del consumo energetico totale di ogni abitazione è causato da consumi ‘nascosti’, che però possono essere facilmente tenuti sotto controllo per il risparmio energetico.

Nella maggior parte delle abitazioni, infatti, sono presenti da quattro a otto elettrodomestici, mentre solo in alcuni casi si hanno più di otto elementi. Per condurre questo studio, la società si è avvalsa di un rilevatore collegato al quadro elettrico, in grado di monitorare minuto per minuto i consumi elettrici dell’abitazione.

Qualche consiglio sul Risparmio Energetico

È emerso che gli elettrodomestici e altri dispositivi elettrici consumano energia anche quando non sono in funzione. Anche in modalità stand-by, infatti, assorbono una certa quantità di energia, stimata in poco più di 1.000 kWh annui. Una misura davvero notevole se si considera che ogni abitazione consuma, in media, 3.350 kWh annui.

Per evitare questa tipologia di spreco, oltre alla solita raccomandazione di spegnere anche la ‘spia rossa’ del televisore, è necessario pensare ad un corretto utilizzo delle prese: si raccomanda infatti di installare multiprese e ciabatte dotati di pulsanti, in modo da semplificare le operazioni di scollegamento totale dall’impianto. Inoltre, la spia rossa dell’interruttore sulle ciabatte richiama l’attenzione degli inquilini, che saranno più propensi a spegnerla.

Un’altra raccomandazione è relativa ai caricabatterie e ad altri cavi di alimentazione. Molto spesso, infatti, vengono lasciati attaccati alle prese, continuando ad assorbire e dissipare energia.

Discorso analogo può essere fatto sul versante gas, attraverso una serie di accorgimenti strategici, in grado di dare manforte in termini di risparmio in bolletta. 

I consigli sempre validi trovano riscontro nel processo di efficienza energetica, installando ad esempio caldaie a condensazione moderne e valvole termostatiche.

Mantenere la temperatura degli ambienti casalinghi tra i 18 e i 20 gradi costituisce un ulteriore plus positivo.

La possibilità di installare infissi moderni e funzionanti è un’ottima contromisura per evitare la dispersione termica. In alternativa, è raccomandato l’utilizzo di para-spifferi su finestre e porte. 

Ultimo, non per ordine di importanza, il consumo morigerato dell’acqua calda

Scegliere offerte luce e gas convenienti e aderenti a quelle che sono le necessità e abitudini di consumo è da considerarsi ovviamente uno dei capisaldi per il risparmio in bolletta. Su questo versante, E.ON si distingue con la proposta Luce e Gas Insieme,con energia prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.

Inoltre, grazie all’App My E.ON, disponibile gratuitamente per gli utenti iOS e Android, è possibile monitorare lo stato di avanzamento di una nuova fornitura e scoprire quando sarà attiva. Infine, con My E.ON è possibile monitorare l’andamento dei propri consumi, effettuare l’autolettura del gas e tenere sotto controllo lo storico delle bollette.

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close