Videogiochi e Gaming

Far Cry 3: la recensione del gioco

Far Cry si rinnova e riesce a migliorare parecchio! In veste di terzo capitolo della saga, eccolo, uno degli sparatutto più popolari del momento.

Impersoneremo un tizio di nome Jason Brody che deciderà insieme ai suoi amici e due fratelli di organizzare una “vacanza di lusso” a Bangkok.

Tra alcol, sbronzate varie e balli ci ritroveremo a paracadutarci in un’isola dominata da pirati e tutto precipiterà in un vero e proprio survival-incubo.

I malcapitati non sanno cosa li aspetta…

Il fulcro su cu si appoggia tutta la storia di Far Cry 3 è proprio questo: il salvataggio dei nostri compagni dispersi.

Uno dei punti di forza della trama è la coscienza e il carattere di Jason. Inizialmente timoroso e impaurito, vuole soltanto trovare i suoi compagni e fuggire. Mano a mano che la storia prosegue è un piacere percepire come il protagonista diventi un vero uomo, capisca che c’è qualcosa di più importante in campo e che lui stesso ha un ruolo ben preciso nel destino dell’isola. Insomma, il classico prescelto. Ciò implicherà calibrare bene le scelte che il gioco ci metterà davanti perchè, eventualmente, segneranno profondamente il nostro protagonista. Come siamo sentimentali...

Evviva il nostro eroe!

L’esplorazione in questo titolo è assolutamente godibile: mappa vastissima, avamposti nemici presidiabili e alleati nativi pronti ad aiutarci. Numerose e variegate le sidequests: relique, lettere perdute, casse da trovare. Un altro elemento fondamentale del gioco sono le torri: disattivandole “sbloccheremo” quella parte del territorio rivelandola sulla mappa.

Ma non è finita qui: un altro elemento di puro divertimento è la caccia. Si potranno cacciare vari animali per poi, con le loro risorse, fabbricare bonus come zaini più ampi o borse per munizioni.

Cacciare è più difficile di quanto si possa pensare…

C’è soddisfazione anche per gli amanti della natura: si potranno raccogliere determinate piante per poi fabbricare siringhe per determinate abilità, tipo per nuotare sott’acqua più a lungo, curarsi più in fretta.

Conquistare gli avamposti servirà anche per i viaggi veloci, per comprare o vendere dal negozio e accettare missioni che troveremo su apposite bacheche situate in ognuno di essi. Alcuni esempi: cacciare un determinato animale o assassinare un pirata e vendicare i nativi. Si potrà anche decidere come conquistare un avamposto, in modalità invisibile quindi assolutamente senza farsi scoprire da nessun nemico, oppure disattivando gli allarmi e facendo piazza pulita oppure alla Rambo, sparando all’impazzata ogni cosa si muova sul vostro schermo. Bello nè? Ovviamente la conseguenza di un allarme scattato sarà la vostra individuazione con il relativo arrivo di cospicui rinforzi.

C’è anche una vastissima gamma di armi, dalle pistole alle mitragliatrici, dai fucili d’assalto ai fucili di precisione, e per chi non si accontenta vi potranno soddisfare le armi davvero pesanti: lanciafiamme e lanciarazzi!

PUM PUM per tutti i gusti

Salendo di livello, il personaggio beneficerà di miglioramenti in alcune abilità tipo poter abbattere nemici in modi diversi oppure essere più preciso con le armi, o ancora correre più veloce senza stancarsi.

Graficamente non c’è nulla da rimproverare: utilizza il Dunia Engine 2 ed è veramente fantastico, particolarmente azzeccato con le ambientazioni lussureggianti di questa ambientazione. Peccato solo che non abbia una componente molto accentuata di elementi distruttibili.

Ma anche così non è proprio malaccio direi…

Anche le musiche sono ottime, ben composte, ben arrangiate e ben sistemate durante le scene.

Ottimo il doppiaggio in italiano, i doppiatori hanno svolto davvero un egregio lavoro, in perfetto accordo con una mimica facciale davvero ben realizzata.

Peccato per i due finali forzati e quindi non venuti bene, a mio parere sono abbastanza deludenti.

VOTO: 9

Back to top button