Videogiochi e Gaming

Recensione: 8BitBoy

8BitBoy è l’ennesima copia di Super Mario Bros. E noi siamo stanchi di vedere in giro cloni del rinomato titolo Nintendo? Certo che no!

cover_large

La storia è semplicissima, non c’è neanche bisogno di parlarne. Il gioco vi lancerà nell’atmosfera con una scioltezza impressionante. Dunque, non si perda altro tempo paesani, passiamo subito al sodo;

Ci sono due livelli di difficoltà: la prima dove sono presenti agevolazioni come i salvataggi mentre una seconda dove vi dovrete affidare esclusivamente al buon vecchiofattore C”; se morirete dovrete ricominciare tutto dall’inizio.

Anche gli attacchi sono di due tipi: il classico salto sopra ai nemici (alcuni veramente ostici da abbattere) e gli attacchi potenziati. Questi potenziamenti si possono ottenere “mangiando” dei frutti che si trovano dentro determinati blocchi (a loro volta frantumabili con l’attacco base). Se si mangiano più frutti nella stessa vita, il nostro personaggio diventerà migliore, più potente ed efficace. Si potranno cumulare fino a tre power up che scaleranno mano a mano che verremo colpiti dai nemici (fino a morire… duh).

ss_924b1c395ec4e9f0d6f10b722b35cec4d61faf7f.600x338

Un elemento molto apprezzabile è la massiccia presenza di passaggi segreti e teletrasporti che vi permetteranno di saltare, addirittura, qualche stage. In questa maniera, ogni volta che rigiocherete un livello sarà quasi come farlo per la prima volta.

Ovviamente, come in tutti i giochi di questo tipo, bisognerà avere parecchia pazienza per gli snervanti (ma comuni al genere) salti millimetrici che bisognerà compiere, anche perché le piattaforme certe volte sono davvero microscopiche.

Ma nonostante il coinvolgimento iniziale, ahimè, dopo non moltissime ore 8BitBoy diventerà abbastanza ripetitivo. Un occhio attento, per esempio, noterà che i nemici sono sempre gli stessi, anche se  la skin cambierà in base all’estetica dei livelli. Insomma, complicato si ma entro certi limiti.

ss_7d7b2f07fe74fe2297637dec8dca57ee94af88af.600x338

D’altro canto bisogna ammettere che le ambientazioni dei mondi sono belle da vedere, e lo stesso vale per le varie skin dei personaggi in movimento. Anche se a 8-bit, un punto di merito va sicuramente alla piacevolissima grafica.

Le musiche: ovviamente le classiche che vi potete facilmente immaginare, simpatiche e semplici. Vi accompagneranno con allegria per tutta la durata del mondo.

Non posso che concludere questa recensione consigliando 8BitBoy a tutti gli amanti delle sfide e del genere.

Pagina del gioco su Steam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close