Tecnologia

Ragazzo britannico ottiene una protesi bionica ispirata al braccio di Venom Snake di Metal Gear Solid V

Una protesi è un dispositivo artificiale che mira a sostituire una parte del corpo mancante o ad integrarne una danneggiata.
Nel corso degli anni, il settore ha mosso passi da giganti e si continua includendo spesso anche il collettivo nerd-pop.
L’ultima buona notizia arriva dall’Inghilterra dove un ragazzo, nato senza una mano, ha ricevuto una protesi ispirata alla serie Metal Gear Solid.

Konami offre una mano a Open Bionics

Il ventinovenne britannico, Daniel Melville, privo della mano destra dalla nascita, indossa un braccio bionico della serie “Hero Arm” di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain da oltre tre anni.

KONAMI DIGITAL ENTERTAINMENT Inc. ha collaborato con Open Bionics, famosa azienda pluripremiata nel settore delle protesi, per realizzarne una con lo stesso design di quella di “Venom Snake” vista appunto nel quinto capitolo di Metal Gear Solid ed indossata dal protagonista del videogames.

braccio bionico

Daniel è stato il primo ragazzo al mondo ad aver ricevuto una protesi ispirata a quella di Venom Snake e si è dichiarato entusiasta della cosa:

E’ incredibile, ho sempre desiderato un braccio bionico come questo. Amo i videogiochi e Metal Gear Solid, indossare il braccio di Snake nella vita reale è semplicemente straordinario.

Quasto braccio bionico Hero Arm è un prodotto di altissima ingegneria robotica, eppure è venduto ad un prezzo accessibile a tutti, ed ha già migliorato la vita di centinaia di persone prive degli arti superiori. Open Bionics utilizza la stampa e la scansione 3D per produrre su misura ogni braccio bionico, e questi possono essere personalizzati con apposite coperture magnetiche.

Le cover “Venom Snake” di Metal Gear Solid sono state ora resi dispobibili a tutti.

Anche Takayuki Kubo, Presidente di KONAMI DIGITAL ENTERTAINMENT, Inc. ha detto la sua:

Siamo incredibilmente felici di collaborare con Open Bionics, azienda all’avanguardia nel settore della robotica. Siamo entusiasti di veder prendere vita, nel mondo reale, l’iconico design dell’arto bionico di Venom Snake in un prodotto tecnologico che sta migliorando la qualità della vita di chi ha perso gli arti superiori

In risposta a Konami, Samantha Payne, COO e co-fondatrice di Open Bionics, ha invece commentato:

Da quando Open Bionics è stata fondata sei anni fa, il braccio di Snake è uno dei design più richiesti dagli utilizzatori dell’Hero Arm, siamo lieti di offrirlo ai nostri utenti e siamo grati a KONAMI per la preziosa collaborazione che è nata da un reciproco interesse per arte, scienza e tecnologia. È pura gioia vedere questo pezzo di arte e ingegneria avere un impatto positivo sulla vita di molte persone.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale di Open Bionics.

Leggi anche:
Baby Yoda è un assassino? Facciamo chiarezza sulla polemica delle uova
Ricreata una pelle artificiale in grado di percepire il tatto ispirata alla trilogia di Star Wars
Barriere architettoniche: una critica costruttiva alle fiere del fumetto
Una fan di Star Wars di 11 anni ha un braccio bionico ispirato a R2-D2: l’affetto di Mark Hamill

Back to top button