Cultura e Società

Quella volta che uno Smart-watch mi aiutò a godere della vita

Avete presente quando le persone grandi di una volta – che non voglio chiamare “gli anziani” – non facevano altro che dire che i giovani erano sempre più attaccati al cellulare?
Bene, ora non lo si sente dire più perché sono proprio i grandi di oggi, ad essere i maggiori utilizzatori di tecnologia.

In alcuni casi sembra di assistere a un rapporto simbiotico. È sbagliato star chini su di uno schermo tutto il giorno – e svariate ore della notte – ma questi “gingilli” offrono la possibilità di avere tutto il mondo nel palmo di una mano e in qualche modo, ci intrigano e spesso ci rendono inconsapevolmente schiavi.

Ma c’è chi con il telefono ci lavora o lo usa per far sport; e allora come distinguere le categorie? Beh, esistono tanti metodi.

Prima di tutto vi consiglierei di godervi i momenti belli della vostra vita, guardandoli con i vostri occhi e non attraverso lo schermo di un cellulare.

Siete stati ad una recita scolastica di recente? Tutti i genitori sono cosi impegnati a riprendere l’esibizione dei figli che perdono l’esibizione stessa.

Ma è comprensibile che si voglia immortalare un momento prezioso, non è necessario però restare incollati al cellulare anche in palestra.

Sapevate che un recente studio afferma che se non mettete foto di voi in palestra, l’allenamento funziona davvero?
Lo ammetto, anche io portavo il cellulare in sala ma era per comunicazioni da lavoro. Per prendere due piccioni con una fava, nel tentativo di non usare il cellulare in palestra e comunque ricevere notifiche dall’ufficio, ho optato per l’acquisto dell’Amazfit Gts, lo smart watch per ogni evenienza (leggi recensione Amazfit GTS qui).

Amazfit GTS è stata una svolta, utilizza un display di elevata qualità e alta risoluzione, con una densità di pixel di ben 341 PPI ed una risoluzione di 348 per 442 pixel. Lo schermo AMOLED da 1.65 pollici garantisce colori di livello mai visto dove posso monitorare la mia scheda d’allenamento ed avere sempre la possibilità di leggere i messaggi importanti – e cestinare gli altri con un tocco.

Questo non solo mi permette più comodità durante gli allenamenti ma diminuisce drasticamente la tentazione di scattare selfie inutili di fronte lo specchio.

L’ ideale, in realtà, sarebbe utilizzare i cellulari con buon senso, optando per il non utilizzo quando non è strettamente necessario. Chissà se un giorno riusciremo a staccarci da questo diabolico apparecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close