Scienza

Scoperto Pterosauro nordico dalle dimensioni “draconiche”

E' un animale preistorico dall'apertura alare pari a quella di un F-16

Le scoperte della paleontologia non si fermano mai, e per tutti i curiosi cresciuti con Jurassic Park non possono rappresentare altro che un pozzo di meraviglie. Tra le ultime scoperte troviamo un animale che unisce due mondi: i dinosauri e il fantasy.
La scoperta riguarda infatti un rettile (uno Pterosauro per l’esattezza) detto Drago Volante del Nord. Secondo gli scienziati il più grande animale volante mai esistito.

L’ipotesi sulle ali del drago volante ci fanno immaginare un rettile con delle ali che si allungavano oltre i 10 metri. Questa apertura alare è pari a quella di un F-16! Ma quando questi rettili camminavano a terra, ripiegavano le ali e arrivavano ad assumere una lunghezza pari all’altezza di alcune giraffe.

Detto anche Cryodrakon Boreas, secondo lo studio pubblicato settimana scorsa, questo pterosauro viveva nell’attuale Canada Occidentale circa 76 milioni di anni fa. Gli scienziati conoscono le sue ossa da tre decenni, ma sono riusciti a provarne l’unicità solo ora nel Journal of Vertebrate Paleontology.

A parlarne con il National Geographic è il coautore dello studio Mike Habib, paleontologo alla University of Southern California.

L’animale, quando era vivo, non sarebbe stato un drago congelato. Sarebbe stato [volando] in un paesaggio che sarebbe stato abbastanza temperato… Ma comunque un inferno, molto più caldo dell’attuale Alberta.

Per fortuna, lo Pterosauro è ben conservato

I resti si trovavano nel Dinosaur Provincial Park, un centro canadese situato nella regione dell’Alberta, vicino la città di Brooks. Gli studi procedono dal 1992 e straordinariamente le ossa ritrovate erano conservate particolarmente bene, come sottolineano gli studiosi. Infatti hanno potuto lavorare su parti delle ali del Cryodrakon, ma anche con gambe, collo e costola.

Come riferisce Dave Hone, altro coautore dello studio, al SciTech Daily:

Questo tipo di pterosauro [azhdarchids] è piuttosto raro, e della maggior parte degli esemplari ci resto soltanto un osso. La nostra nuova specie è invece stata ritrovata da uno scheletro parziale. Questo ci dice molto sull’anatomia di questi grandi volatili, su come hanno volato e come vivevano.

E d’ispirazione

Questo particolare gruppo di pterosauri comprende dunque i più grandi animali volanti di tutti i tempi. La loro anatomia contiene importanti indizi sui limiti del volo animale e potrebbe essere importante in futuro per la progettazione meccanica del volo di ispirazione biologica.

Leggi anche:
Squawkzilla: Il pappagallo gigante del Miocene
Ritrovato gigantesco femore di sauropode in Francia
Lupo di 40 mila anni ritrovato nel ghiaccio!

Grazia Margarella

Studio Informatica presso l'Università degli Studi di Salerno e condivido le mie passioni per la scienza, il cinema, i libri e la cultura nerd grazie ai ragazzi de Il Bosone. Il mio motto è: Ad astra per aspera, exploro semper. Stay tuned ⚛️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close