Videogiochi e Gaming

PlayStation Neo è sempre più chiacchierata

Una PlayStation 4,5 all’inizio era solo una voce

PlayStation Neo, ora, potrebbe essere davvero in cantiere

PlayStation Neo: la redazione di Giant Bomb, si spinge difatti oltre i semplici rumor anticipati da Kotaku, indicando persino delle specifiche tecniche:

CPU: Jaguar a 8 core da 2,1 GHz (PlayStation 4: 1,6 GHz).
GPU: AMD con 36 CU a 911 MHz (PlayStation 4: AMD GCN con 18 CU a 800 MHz).
Memoria: 8 GB GDDR5, 218 GB/s (PlayStation 4: 8 GB GDDR5, 176 GB/s).

Ciò che spicca maggiormente sono: l’aumento di banda dati della vram, tale da caricare texture più in fretta; e il raddoppio della potenza del processore video (da 18 CUs a 36 CUs). Quest’ultimo dato evidenzia una capacità computazionale tale da far pensare che la generazione Polaris (nome in codice delle schede video Amd di prossima uscita) possa portare finalmente a nuovi standard qualitativi (anche su pc); dopo una stagnazione di almeno 3 anni, fatta più di contenimento dei consumi che aumento delle prestazioni.

PlayStation Neo vanterebbe processore e unità grafica più potenti del modello base, e garantirebbero sicuramente frame-rate più stabili e maggiori dettagli visivi in full-hd. Le caratteristiche menzionate però sono oggettivamente tropo basse per giocare nativamente in 4k, ma potrebbero consentirne l’upscaling.

large

Ma cosa vuol dire upscaling?

Senza entrare nel dettaglio tecnico, e semplificando il più possibile potremmo dire che si tratta di un processo che consente di ingrandire un’immagine digitale tramite algoritmo. Vengono aggiunti nuovi pixel, creati (e immaginati) sulla base di quelli esistenti, basati sulle caratteristiche di quelli vicini: è dunque una manipolazione artificiale.

playstation_vr-3840x2160
PlayStation Vr

La console potrebbe essere annunciata all’E3 di Los Angeles

La fiera più importante dell’anno per l’industria videoludica. I dev Kit sarebbero già stati inviati agli studi di sviluppo interni a Sony, per essere nei prossimi mesi inviati anche alle altre software house.

Un ciclo di vita di appena 3 anni?
Una soluzione che dovrebbe ad affiancare – e non sostituire – il modello attuale che vanta una base istallata stimata di 36 milioni di unità. Una libreria condivisa da entrambe le macchine, come anticipato dal The Wall Street Journal; anche se non sarebbe possibile connettersi ad entrambe contemporaneamente con lo stesso account. Soprattutto, Neo, non avrebbe titoli in esclusiva, solo alcune funzionalità extra come la co-op in locale fino a 8 giocatori. 
Sempre le voci parlano di due modalità secondo cui dovrebbero essere sviluppati i giochi a partire da ottobre: modalità Base (per girare su Ps4), e modalità Neo (per girare su Ps Neo).

La realtà virtuale – il futuro remunerativo mercato –  sarà accessibile da entrambi i modelli, diversamente da quanto sostenuto dal famoso “analista” Michael Pachter (che a dire il vero sbaglia più di qualche volta); ma è indubbio che questa PlayStation Neo avrebbe una marcia in più rispetto all’attuale console uscita nel 2013.

Il prezzo che circola è di 399 dollari, quello di listino dell’attuale ps4, che a questo punto potrebbe scendere ufficialmente a 299 (costo a cui è spesso scesa durante le offerte). Secondo Digital Foundry la vendita della PS Neo sarebbe fissata per marzo 2017.

Vi invito a prendere quanto appena riportato con le pinze, poiché nulla di ufficiale è stato mai sostenuto in casa Sony.

Nel frattempo vi ricordo le recensioni delle esclusive Ps4 che ho realizzato personalmente, a cui potete accedere cliccando sui rispettivi titoli: Until Dawn, The Order 1886, God of War III Remastered, Infamous Second Son, Bloodborne.

icniVadoDraNoel

Appassionato di romanzi sci-fi, scopre per vie traverse il mondo videoludico scovando per caso un floppy disk del padre. L’alieno oggetto in un mondo governato da Console a dvd, si rivelerà poi niente poco di meno che un titolo per Amiga. Da lì in poi nasce la passione, soprattutto per i titoli Obsidian e Bioware. Ora tra una lettura e l’altra, fantastica malvagie macchinazioni, imbracciando lame luminescenti alla ricerca di forzieri; lasciando la gloria ai veri eroi. Del resto senza i Villain, i buoni non esisterebbero.
Back to top button