Tecnologia

Ricreata una pelle artificiale in grado di percepire il tatto ispirata alla trilogia di Star Wars

Un team di ricerca di Singapore, ha sviluppato una pelle artificiale capace di ricreare il senso del tatto. Un’innovazione simile potrebbe essere d’aiuto per i pazienti che hanno perso un arto e devono portare una protesi. Vi ricorda qualcosa? Che avete detto? Star Wars?

star wars

Ovviamente il senso del tatto viene a mancare ed è una grande perdita, ma grazie a questo dispositivo i pazienti potrebbero tornare ad avere il senso del tatto, percepire gli oggetti temperatura e dolore.

Cosa ne sappiamo su questo dispositivo ispirato a Star Wars

Il dispositivo si chiama ACES (Asynchronous Coded Electronic Skin, ovvero Pelle Elettronica Asincrona Codificata) ed è composto da 100 piccoli sensori di circa 6 millimetri quadrati. Secondo la National University of Singapore, ACES è in grado di elaborare informazioni più velocemente del sistema nervoso umano e può spingersi oltre essendo capace di riconoscere da 20 a 30 trame diverse ed è in grado di leggere lettere in Braille con una precisione superiore al 90%.

pelle artificiale singapore

Il leader del team di ricerca, Benjamin Tee, ha affermato di essersi ispirato niente meno che alla trilogia di Star Wars, in particolare a Star Wars: L’impero colpisce ancora, quando Luke Skywalker interpretato da Mark Hamill, viene tagliata una mano nello scontro con Darth Vader.

Nell’episodio successivo Luke ha una mano robotica in grado di provare di nuovo sensazioni tattili. Il team di scienziati ha brevettato anche una pelle sintetica e trasparente che si può riparare in caso di lacerazione.

mano luke skywalker

Benjamin Tee ha dichiarato:

Ricreando una versione artificiale della pelle per i loro dispositivi protesici, possono tenere la mano di qualcuno e sentirne il calore, sentire che è morbida.

E ha poi aggiunto:

Gli esseri umani devono far scivolare le dita per riconoscere il materiale degli oggetti, ma in questo caso la pelle ci riesce con un solo tocco.

Secondo Benjamin Tee e il suo team non è ancora possibile sapere quando ACES sarà disponibile per il pubblico essendo ancora in fase sperimentale, tuttavia, ha aggiunto che c’è stato un grande interesse per i risultati raggiunti da parte della comunità medica.

I nostri complimenti vanno a Benjamin Tee e ai suoi scienziati, ma anche a George Lucas che sarà molto orgoglioso del fatto che un elemento del suo film è stato di ispirazione per migliorare la vita reale di molti.

Leggi anche:
Una fan di Star Wars di 11 anni ha un braccio bionico ispirato a R2-D2: l’affetto di Mark Hamill

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button