Videogiochi e Gaming

Nosgoth: Addio al mondo di Legacy Of Kain

Addio all'ultimo erede della saga "Legacy Of Kain"

Nosgoth cesserà di esistere il 31 Maggio.

Ebbene si, come un fulmine a ciel sereno, ieri è arrivata la notizia ufficiale della chiusura del gioco della Psyonix che ha comunicato al mondo intero che a partire dal 31 Maggio i server andranno offline, chiudendo così il MOBA in terza persona dedicato al mondo di Legacy Of Kain.

Che poi il termine “MOBA” non è nemmeno adatto a questo gioco visto che ricorda molto di più un Deathmatch a Squadre in terza persona in stile Monday Night Combat o come il nuovo arrivato di casa blizzard: Overwatch. E forse è proprio l’arrivo di quest’ultimo a contendere il podio sopra Nosgoth oltre al fatto, molto probabilmente, della scarsa utenza che ultimamente lo alitava.

It’s been a pleasure to build this game with your help, but ultimately its audience hasn’t grown enough to sustain ongoing operations.

Questo è quanto viene dichiarato nella news ufficiale d’addio al gioco. Ma è giunta l’ora di spendere un po’ di parole su questo gioco.

nosgoth: addioNosgoth, ambientato nel mondo di Legacy Of Kain, era un deathmatch a squadre, umani contro vampiri, che presentava svariate classi e ognuna di esse aveva le sue armi e i suoi perk per permettere al giocatore di migliorare il suo punteggio in classifica e far vincere così la propria squadra a scapito di altre. Il gioco si basava sull’azione continuativa ed era visto parecchio bene come futuro gioco da competizione, tanto che anche ESL aveva indetto diversi tornei su tutte le sue location. Oltre a questo, il gioco si era creato uno zoccolo duro di fanbase (compreso il sottoscritto) per le sue dinamiche che non erano mai scontate e che, soprattutto, prevedevano un vero uso del team-play per vincere ogni partita.

A mio avviso c’è però stato un problema di fondo che non è mai stato considerato da parte della Square Enix (ovvero quelli che hanno i diritti del gioco): la pubblicità.

Il gioco, nei suoi 2 anni di vita, non ha MAI ricevuto una pubblicità decente verso il pubblico e soprattutto non è mai stato reclamizzato su nessuna testata o banner pubblicitario possibile in tutto il mondo. Io stesso mi accorsi dell’esistenza del gioco per caso, su STEAM mentre guardavo altri titoli gratuiti presenti nella libreria, ricordo tutt’ora che il gioco era uscito da meno di 3 mesi. Vero che si era creato uno zoccolo duro di fans e che il passaparola può servire a portare nuova linfa vitale e nuovo pubblico ad un videogioco, ma è anche vero che se questo videogioco non è pubblicizzato non supererà mai lo scoglio iniziale del “prodotto di nicchia”.

Dunque, a mio avviso, la colpa può ricadere un minimo sul fanbase che non ha aiutato a Nosgoth: visuale di giococrescere il gioco ma soprattutto sulla Square che ancora una volta, non ha aiutato a portare il grande pubblico su un titolo della serie Legacy Of Kain. Purtroppo non è la prima volta, da quando la EIDOS è stata assorbita, che la Square è fallace su questa saga e a noi fan non rimane altro che ricordar a com’era il mondo di Nosogth prima dell’avvento dell’avvento della software house

Questo è l’annuncio ufficiale della chiusura di Nosgoth e io vi aspetterò sempre qui, sulle pagine del Bosone.

It is with regret that today we can confirm that development for Nosgoth has officially ceased and we are winding down support for the game.

Between now and 31st May 2016 Nosgoth will remain available to play, after which the game will go offline. 

On behalf of the entire Nosgoth team we want to thank the community for all their feedback, support and dedication to the game during the closed and open beta phases. It’s been a pleasure to build this game with your help, but ultimately its audience hasn’t grown enough to sustain ongoing operations. For more information please see this FAQ.

pMHZkUEtVTzbMbaFMooN

Via
Sito Ufficiale
Source
Annuncio Ufficiale

Genocide

Giocatore incallito fin dalla tenera età, nerding estremo fin dal pannolone e lan alle elementari. Questo è il profilo basilare di genocide. Giocatore di SWAT 3 e COD (2 e 4) partecipante a diverse lan e diversi tornei, conosce molto bene l'ambiente del pro-gaming e i videogiochi sono la sua pasta quotidiana. Così tanto che a volte mangia i DVD al posto delle farfalle.
Back to top button