Videogiochi e Gaming

Nintendo Switch: prezzo di nuovo alle stelle su Amazon, ma perché?

Di recente abbiamo parlato del prezzo della Nintendo Switch, indicando un momento apparentemente propizio per l’acquisto della console. Nell’articolo in questione, avevo consigliato l’acquisto del prodotto – che io stesso possiedo- perché i costi, su Amazon, erano drasticamente calati.

Si parlava infatti di uno sconto di ben 50 euro che in tutta onestà, avevo segnalato anche ad amici alla ricerca di regali da fare o da farsi.

Il problema è che il prezzo sul noto marketplace di Jeff Bezos, però, è improvvisamente incrementata cosa che ci è stato possibile notare grazie alla segnalazione di un utente.

Non potevamo non indagare sulla faccenda.

Si lucra sul prezzo della Nintendo Switch?

In questi giorni di terrore generati dalla pandemia del Covid-19 – o coronavirus, per gli amici – molti giovani si sono dati ancor di più agli acquisti online.

L’incremento degli acquisti via web, a causa della quarantena forzata (che ancora non tutti rispettano), è netto e se ne parla anche sui media più autorevoli.

Anche se da una parte, la cosa aiuta i lavoratori – negli Stati Uniti si parla di 100 mila nuove assunzioni con un aumento della retribuzione per i dipendenti – il flusso dell’ecommerce sta portando ad un “esaurendo” di alcuni prodotti utili, come gli articoli per la casa e i materiali sanitari; ciò è dovuto probabilmente a causa dell’isteria di massa che ha spinto molti a lanciarsi in acquisti compulsivi dovuti all’incertezza della situazione.

Molti sciacalli, hanno colto l’occasione per approfittarne aumentando il prezzo degli oggetti più richiesti – una volta dal prezzo irrisorio – come mascherine e gel igienizzanti.

Su molti articoli sono riportati tali aumenti, che si aggirano attorno al 650% per gel ed al 1700% per le mascherine.

Ebbene, sembra che ci sia stato un piccolo aumento anche sulle console Nintendo Switch.

Sul nostro precedente articolo veniva afermato quanto segue:

Se la Nintento Switch normale costava sui 330 €, ora è possibile trovarla – anche su Amazon – a 279€ (a 50€ in meno). Senza contare le offerte che vedono offrire console più gioco (ad esempio Mario Kart dal valore di 60€) per un totale di 300. Ed il costo cala in tutto il mondo.

tratto dal nostro articolo

Ebbene, oggi 21 Marzo 2020 il prezzo della console è stato rialzato.

La normale console con i Joy-con blu e rossi, il cui prezzo al pubblico era di 330€ ora è salito a 396€ – qui il link – con un aumento netto di 66€ – il prezzo di un gioco nuovo, per intenderci.

La console con i Joy-Con neri, invece, è arrivata a costare 341.99€ – ed anche qui abbiamo il link.

OK, il prezzo è giusto?

Come la Nintendo Switch anche tanti altri prodotti hanno avuto un aumento di prezzo e sembra che questa lievitazione sia arrivata anche allo stesso Amazon Prime.

Dal 4 aprile l’aumento arriverà per i nuovi abbonati ed il costo dell’offerta prime sarà di 36 euro anziché 19,99. Per chi è già abbonato a Prime con una scadenza entro il 4 maggio potrà rinnovare l’iscrizione con la vecchia tariffa a 19,99 euro (ma dovrà comunque pagare 36 euro a partire dall’anno successivo).

La verità sull’aumento del prezzo è che i prezzi su Amazon non sono fissi.
Sulla piattaforma troviamo in vendita prodotti che vengono venduti da Amazon stessa (come i Kindle Fire), ma anche prodotti venduti tramite Amazon da altri rivenditori.

Se su di un articolo troviamo la dicitura “Venduto e spedito da Amazon” vuol dire che è un prodotto di Amazon stessa e di solito il prezzo varia quando Amazon decide di applicare sconti o offerte.

Il problema sono gli articoli venduti da terzi tramite Amazon – dai Merchant, come si definiscono in gergo tecnico.

Ciò vuol dire che un “Merchant” decide il prezzo dei suoi prodotti che può variare di giorno in giorno anche di molto.

Questo aumento può dipendere da tante cose, come ad esempio l’esaurimento delle scorte o un aumento del valore stesso del prodotto sul mercato.

Se prendiamo in esame questa Nintendo Switch con Fortnite, dal costo di 429.90, noteremo che è venduto da un negozio esterno che si appoggia ad Amazon e che quindi può deciderne il prezzo.

Ma anche se a livello tecnico la cosa è fattibile, la domanda persiste: per quale motivo la Console – come tanti altri prodotti – hanno avuto questo aumento considerevole di prezzo? C’è qualcuno che sta cercando di lucrare sul desiderio di chi cerca uno svago? Speriamo proprio di no. Ma dateci la vostra opinione nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button