Attualità

Muore Gigi Proietti, icona della scena artistica italiana

Potreste averlo conosciuto di recente, in qualche film italiano o in serie come Il Maresciallo Rocca. Potreste averlo conosciuto guardando film e serie televisive di vecchia data. Potreste averlo conosciuto attraverso la televisione, tra sceneggiati, varietà ed altri programmi. Potreste averlo sentito recitare poesie, cantare qualche canzone, o se siete stati fortunati averlo visto come attore teatrale, se non come regista di qualche spettacolo. Ma la sua voce sono certo che la conosciate, perchè non è una voce qualsiasi, quella di cui stiamo parlando. Stiamo parlando di Gigi Proietti: attore di teatro e televisione, comico, poeta, cantante e molto altro, che purtroppo ci ha lasciati questa notte, proprio il giorno del suo compleanno.

gigi proietti

Gigi Proietti: “la data è quella che è”

Proietti era solito ironizzare sulla propria data di nascita. Il due Novembre, si sa, è il giorno dei morti, e Proietti, che era solito dire “Che dobbiamo fa’? La data è quella che è, il 2 novembre”, se n’è andato per problemi cardiaci proprio nel giorno del suo ottantesimo compleanno.

Per molte cose era famoso, ma tra queste indubbiamente spiccava la sua voce, memorabile per il modo in cui recitava poesie e si accompagnava alla sua espressività, e sfruttata nel doppiaggio di moltissimi personaggi famosi come Gandalf ne Lo Hobbit o il Genio di Aladdin. E parlando proprio di questa ultima parte che ho citato: se pensate che sapesse soltanto recitare, vorrei che vi prendeste un attimo per ricordarvelo come cantante.

Un artista veramente poliedrico, Gigi Proietti ha iniziato la sua carriera nella sua amata Roma, esibendosi la sera in piccoli locali mentre studiava giurisprudenza. Sempre Autoironico e pronto a mettersi in gioco, ha in passato raccontato di come suo padre tentasse di spingerlo a terminare il suo corso di studi, a sei soli esami di distanza dalla laurea. Ma “Non ho rimpianti”, spiegava raccontandosi, “rifarei tutto, anche quello che non è andato bene”.

Di talenti come il suo se ne vedono pochi. E senza dubbio ci mancherà sentire la sua voce, se non attraverso quello che ci ha lasciato della sua stupenda carriera. La sua famiglia ha dichiarato che “sarà ricordato come merita nei tempi e modi da definire”. Personalmente, voglio ricordarlo con una delle sue esibizioni forse più famose, ma anche più significative.

FONTE IMMAGINE:
https://www.voicebookradio.com/scomparso-a-roma-nel-giorno-del-suo-ottantesimo-compleanno-il-mattatore-del-teatro-italiano-gigi-proietti/

Leggi anche:
Muore a 90 anni Sean Connery, il James Bond originale

Back to top button