Videogiochi e Gaming

Muncie Animal Center: Pokemon go fa passeggiare i cani

La mania di Pokemon Go sta invadendo il mondo, ed alcuni hanno pensato a come cercare di sfruttare (in modo buono) questa mania per fare del bene. In particolare, spicca l’iniziativa del Muncie Animal Center, un centro per gli animali di una città di settantamila abitanti dell’Indiana.

L’idea è semplice: se siete in giro alla ricerca di Pokemon rari o dovete far schiudere un uovo di Pokemon e camminereste in ogni caso, perchè non approfittarne per passare prima e dopo la passeggata dal centro per gli animali per prendere e riportare un cagnolino da far passeggiare con voi? Potreste coniugare un’attività divertente ad una utile e solidale con i vostri amici a quattro zampe.

Ebbene questa iniziativa, nata dai gestori del Muncie Animal Center, ed in particolare dal direttore Phil Peckinpaugh, ha avuto un grosso successo: è stata condivisa su Facebook più di venticinquemila volte e ha creato immediatamente file al di fuori della struttura, con grande felicità dei molti cani che volevano sgranchirsi le zampe! Il successo è aumentato ulteriormente quando i “passeggiatori” hanno avuto l’idea di condividere sui social network immagini con animali veri e virtuali assieme. Ciò ha aiutato molto la struttura ed ha portato all’adozione di vari esemplari.

muncie animal center makes pokemon go players walk dogs
Cani e Pokemon

Quali saranno le prossime idee originali per sfruttare quello che indubitabilmente è diventato ormai un fenomeno mondiale? Di certo la tecnologia non aveva avuto conseguenze così salutari sui possessori di smartphone da molto tempo, e si spera che il trend continui riversando a cascata gli effetti positivi su altri, come si è visto in questo particolare caso del Muncie Animal Center.

E voi avete pensato di sfruttare in modo creativo il vostro tempo utilizzato giocando a Pokemon go? Avete altre idee in testa, di qualsiasi tipo, su cosa potrebbe trainare questo trend? Se si, non esitate a scrivere nei commenti e ad esporci le più pazze e demenziali idee che ancora non hanno toccato la mente umana.

Source
Boredpanda

Joliet Jake

Nato in una assolata e ridente (?) valle ai confini con la Svizzera, Joliet Jake sfruttò, dalla nascita, questo profluvio di orologi e cioccolato per la sua crescita. Un’errata proporzione nel mix ottenne lo straordinario risultato di farlo arrivare sempre in ritardo e di dipendere dal cioccolato per la propria sopravvivenza. Informatico per passione, ha molti interessi e mirabilmente riesce a fallire in tutto in modo omogeneo. Autore di testi di vario genere per formazione e velleità, si prodiga nella redazione di castronerie astrali. Vi conviene leggere i suoi scritti prima che scompaia ed il suo genio venga riconosciuto postumamente da archeologi in cerca di reliquie letterarie(digitali) di alto lirismo. Che però saranno convinti che la lingua dei testi sia il turcomanno antico.
Back to top button