Non categorizzato

Arrestato il fondatore dell’antivirus McAfee: indossava un tanga come mascherina

Quando si parla di sicurezza e mascherine ognuno ha da dire la sua, sia sul tipo da indossare che sul modo da portarla.
Personalmente ho notato che il trend maggiore è quello di tenerla al gomito, o al limite penzolante ad un orecchio.
John McAfee, 74enne fondatore dell’omonimo anti-virus, è stato arrestato di recente proprio a causa di una mascherina – in questo caso però non si tratta del modo in cui la si tiene, ma del prodotto in sé: un Tanga da Donna.

Si può indossare un tanga come mascherina? McAfee ci insegna di no!

In visita in Catalogna, McAfee stava cercando di tornare in Germania per continuare il suo viaggio per l’Europa, solo che le forze locali si sono rifiutate di farlo entrare perché sprovvisto di mascherina.

Quando ha indossato la sua “mascherina perizoma” gli è stato intimato di toglierla non apprezzando l’iralità del gesto e quando si è rifiutato è stato incarcerato – ed a dire suo, gli offerto anche un “occhio nero”.

Tenendo conto dell’eccentricità del personaggio, non tutti credono alla sua storia, così ha deciso di pubblicare delle foto a testimonianza della vicenda.

A confermare la storia arriva la moglie del guru informatico, Janice, che gestendo il suo account twitter facendone le veci ha dichiarato:

Gestirò il suo profilo fino a quando non scapperà (il suo metodo abituale), corromperà qualcuno (e potrebbe essere fuori in poche ore), troverà il giusto avvocato (ci vorranno pochi giorni) o diventerà direttore del carcere, ed in quel caso dovranno costringerlo ad uscire con la forza.

Qualche ora dopo la donna ha condiviso una foto di se stessa, nella sala d’attesa dell’aeroporto, con una bottiglia di champagne in mano in attesa del marito per festeggiare.

Che dire? Una storia tanto assurda da poter essere vera.

Leggi anche:
C-Face Smart Mask: arriva la mascherina intelligente che traduce in 8 lingue (VIDEO)
Quali occhiali da sole scegliere? Una guida basata sui gusti cinematografici

Back to top button