Scienza

L’universo muore e rinasce ciclicamente, afferma il Premio Nobel per la fisica Penrose (video)

Roger Penrose, matematico e fisico dell’Università di Oxford, è il recente assegnatario del premio Nobel per la fisica per aver dimostrato e ampliato la teoria della relatività di Albert Einstein e per le sue scoperte sui buchi neri.

Penrose sostiene che questi siano oggetti che diventano troppo densi e subiscono un collasso gravitazionale. Inoltre ha parlato di quello che lui chiama “la mia folle teoria”.

universo

Secondo Penrose, l’universo è in continua espansione e continuerà ad espandersi finché tutta la materia decadrà. A quel punto si verificherà un nuovo Big Bang. Tutta la materia si disperderà, ma poi ci sarà un nuovo inizio.

“Il Big Bang non è stato l’inizio. C’è stato qualcosa prima del Big Bang e quel qualcosa è quello che avremo nel nostro futuroha dichiarato Roger Penrose.

Abbiamo un Universo che si espande e tutta la materia decade, e in questa strana teoria che ho sviluppato, in un lontano futuro, ci sarà un Big Bang che darà vita a una nuova era.

Roger Penrose è stato un collaboratore di Stephen Hawking e la sua teoria potrebbe confermare le idee dello scomparso fisico. Le prove per la sua idea arrivano proprio dall’esperienza con Hawking.

Il neo premio Nobel chiama Punti di Hawking sei punti del cielo che sono circa otto volte più grandi del diametro lunare.

Questi punti sarebbero il frutto dell’evaporazione dei buchi neri ipotizzata da Hawking. La teoria di Penrose che si chiama, “cosmologia ciclica conforme” (CCC) e confermerebbe l’esistenza di questi punti.

penrose

Secondo Penrose i resti dei buchi neri, che provengono dal precedente Big Bang, sono ora al termine della loro vita e rilasciano radiazioni mentre muoiono svanendo nel nulla.

E’ da molto tempo che Penrose studia questi fenomeni e già nel 2010, insieme a Vahe Gurzadyan, dell’Istituto di fisica di Yerevan in Armenia, aveva parlato dell’esistenza di anelli di temperatura uniforme all’interno del Cosmic Microwave Background (Sfondo di microonde cosmico).

stephen hawking

Queste teorie sono controverse nella comunità scientifica, ad oggi, infatti, non abbiamo ancora avvistato le radiazioni di Hawking, anche se è stato trovato un metodo per rilevarle. Insomma si stanno facendo passi avanti per cercare la conferma a questa affascinante ipotesi.

Leggi anche:
Vari studi suggeriscono che l’universo potrebbe avere una coscienza
Planck e l’Universo: nuove conferme e vecchie teorie

Back to top button