Ci lascia il maestro della cultura pop giapponese Leiji Matsumoto, conosciuto per Capitan Harlock

Apriamo la giornata di oggi con una triste notizia, quella che riporta la morte di un grande del mondo manga e anime. Per quanto i meno appassionati non possono conoscerlo, quelli davvero innamorati di fumetti e cartoni animati giapponesi conosceranno Leiji Matsumoto. È stato un grande del settore ed è riuscito a volte anche a fondere degli stili totalmente differenti, come vedremo. Si è spento in Giappone all’età di 85 anni.

Un triste annuncio dal Giappone: si è spento Leiji Matsumoto, conosciuto in Italia soprattutto per Capital Harlock

Leiji Matsumoto è stato un famoso autore giapponese di manga e anime, nato il 25 gennaio 1938 nella prefettura di Fukuoka, in Giappone. Matsumoto è stato uno dei più importanti e influenti autori di manga e anime giapponesi, e il suo lavoro ha lasciato un’impronta indelebile sull’industria dell’animazione giapponese.

Tra le sue opere più famose ci sono “Capitan Harlock”, “Galaxy Express 999”, “Space Battleship Yamato” e “Queen Millennia“. Tuttavia, la serie di Capitan Harlock è stata probabilmente la sua opera più famosa e influente. La serie segue le avventure di un pirata spaziale che lotta contro l’oppressione e la tirannia nell’universo. Il personaggio di Capitan Harlock è diventato un’icona nella cultura pop giapponese e ha ispirato molte altre opere di fantascienza.

Matsumoto è stato anche un innovatore nell’industria dell’animazione giapponese, introducendo tecniche di animazione avanzate e creando opere che hanno influenzato generazioni successive di autori di manga e anime. Il suo lavoro ha avuto un impatto significativo sulla cultura pop giapponese e ha contribuito a rendere l’animazione giapponese una forza importante a livello mondiale.

Come dicevamo nell’introduzione, lui ha saputo anche fondere e sperimentare. Leiji Matsumoto ha collaborato con i Daft Punk per la creazione del videoclip del loro brano “Interstella 5555: The 5tory of the 5ecret 5tar 5ystem“. Questo videoclip è stato in realtà un film d’animazione giapponese completo, diretto da Matsumoto e con la musica dei Daft Punk come colonna sonora. Il film segue la storia di un gruppo di alieni che vengono rapiti da una banda musicale malvagia e trasformati in superstar pop artificiali. Il film è stato creato per accompagnare l’album dei Daft Punk “Discovery, e la collaborazione con Matsumoto ha portato alla creazione di un’esperienza di animazione innovativa e coinvolgente.

La collaborazione tra i Daft Punk e Matsumoto ha rappresentato una fusione di stili e culture diverse, creando un’opera unica e memorabile. Il film d’animazione è stato un grande successo e ha ottenuto il plauso sia dalla critica che dal pubblico. La collaborazione tra Matsumoto e i Daft Punk è stata un altro esempio dell’ampio impatto culturale che la sua opera ha avuto a livello globale.

La morte di Matsumoto rappresenta una grande perdita per l’industria dell’animazione giapponese e per i fan delle sue opere in tutto il mondo. La sua influenza e il suo contributo alla cultura pop giapponese saranno sempre ricordati e apprezzati.

Leggi anche:
Capitan Harlock sta per tornare in Italia con Planet Manga
Route END: il manga seinen inedito in Italia

Gianluca Cobucci

"Se c’è in giro una cosa più importante del mio IO, dimmelo che le sparo subito"
Pulsante per tornare all'inizio