Attualità

Lavori elettrici: le figure di Pes, Pav e Pei

Per lo svolgimento delle diverse tipologie di lavori elettrici, il D. Lgs. n. 81 del 2008 sancisce l’obbligo di ricorrere a uno staff che sia adeguatamente informato e altamente qualificato in merito ai rischi che possono scaturire dal rischio elettrico; tale staff deve possedere, inoltre, i requisiti che sono necessari per lo svolgimento di mansioni sotto tensione. Oltre alle indicazioni presenti nel testo unico della sicurezza, un altro riferimento normativo di cui si deve tenere conto è rappresentato dalla norma CEI 11-27, la quale prevede che tali professionali, in base al livello di competenza di cui sono in possesso, devono vedersi attribuiti i ruoli di Pes, Pav e Pei. Nelle prossime righe, scopriremo che cosa vuol dire e quali sono le mansioni attribuite a queste figure.

Le categorie di lavoro elettrico

Esistono tre differenti categorie di lavoro elettrico: i lavori sotto tensione, i lavori fuori tensione e i lavori in prossimità di tensione. I lavori sotto tensione sono quelli che vengono effettuati su parti attive di impianti elettrici sotto tensione: è il caso, per esempio, dei quadri elettrici. I lavori fuori tensione, invece, sono quelli che vengono effettuati su parti di impianti elettrici che, nel corso dello svolgimento del lavoro, vengono privati della tensione. Infine ci sono i lavori in prossimità di tensione, che sono quelli che vengono effettuati entro una specifica distanza dalle parti attive di impianti elettrici in tensione.

Pes, Pav e Pei: che cosa vuol dire e di che cosa si occupano

In funzione del loro livello di qualifica, Pes, Pav e Pei sono figure che si occupano di lavori e di mansioni che sono esposte al rischio elettrico. Entriamo più nel dettaglio, dunque. Pes è l’acronimo di Persona Esperta, e sta a indicare un soggetto che è in possesso di conoscenze teoriche e tecniche grazie a cui ha la capacità di esaminare e verificare i rischi che scaturiscono dall’elettricità; può effettuare lavori in prossimità di tensione e fuori tensione. Pav è l’acronimo di Persona Avvertita, e sta a indicare un soggetto che è messo a conoscenza dei rischi elettrici da una Pes; può effettuare lavori in prossimità di tensione e fuori tensione, ma solo con la supervisione di una Pes. Pei, infine, è l’acronimo di Persona Idonea, e sta a indicare un soggetto che è idoneo all’esecuzione di lavori elettrici sotto tensione; può effettuare qualunque tipo di lavoro elettrico, inclusi – quindi – quelli sotto tensione.

L’attribuzione di qualifica

Chi lavora per un’azienda che si occupa di lavori elettrici, pertanto, è obbligato a conseguire una qualifica che le consenta di operare al suo interno. È il datore di lavoro che si occupa di designare la Pav e la Pes, e tale procedura deve essere eseguita per iscritto, prendendo in considerazione i requisiti del lavoratore; essa, inoltre, va controfirmata per accettazione. Il punto 4.15.1 della norma CEI 11-27 indica i requisiti di Pes e Pav; per quel che riguarda l’istruzione, in particolare, è richiesta la conoscenza delle normative di sicurezza, degli impianti elettrici, dei pericoli e dei rischi che sono correlati ai lavori elettrici. Inoltre, per quanto concerne l’esperienza di lavoro maturata, è necessario conoscere le situazioni, ricorrenti o meno, che caratterizzano una o più tipologie di lavori elettrici. Infine, si fa riferimento anche alle caratteristiche personali, in modo particolare per l’attenzione, l’equilibrio fisico e psicologico, la precisione e tutti gli altri tratti peculiari per la professione. In pratica, l’assegnazione della qualifica di Pav o di Pes dipende dal livello di padronanza di ognuno dei requisiti di cui abbiamo appena parlato.

Come funziona la nomina Pei

Il datore di lavoro è tenuto a designare la Pei, e può decidere di dare tale carica anche a una Pav o a una Pes che siano considerati idonei allo scopo. Come si è detto prima, la nomina anche in questo caso va effettuata per iscritto; il soggetto scelto deve essere idoneo dal punto di vista psicologico e fisico. In generale, la valutazione deve verificare il livello di formazione posseduta, l’applicazione delle norme di sicurezza per l’esecuzione dei lavori elettrici e il curriculum professionale. Infine, sia per le Pei che per le Pes e le Pav, la formazione è garantita da corsi specifici. In particolare, il corso pes pav richiede l’acquisizione di competenze teoriche e di conoscenze per l’operatività; le Pei, invece, devono avere anche conoscenze teoriche di base e pratiche relative ai lavori sotto tensione.

La formazione garantita da Progetto81

In tutti i casi, per la fruizione di questa tipologia di corso ci si può rivolgere a Progetto81, realtà specializzata nel settore anche grazie alla disponibilità di moderne piattaforme di e-learning davvero semplici da usare, che permettono di proporre un ricco assortimento di corsi online che possono essere seguiti dove e quando si vuole, senza trasferte impegnative dal punto di vista economico e perdite di tempo.

Leggi anche:
Fornitore di energia elettrica: ecco qualche consiglio su come sceglierlo e risparmiare
Promozioni auto elettriche, è tempo di approfittarne
Monopattini elettrici: perché stanno spopolando
Impianto elettrico di casa: come realizzarlo a norma di legge

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button