Cinema, Film e Serie Tv

La Regina degli Scacchi è la miniserie Netflix più vista di sempre (recensione)

La Regina degli Scacchi è ufficialmente una delle serie originali di maggior successo di Netflix di sempre. La serie, che vede come protagonista Anya Taylor-Joy nei panni di un giovane prodigio degli scacchi, ha debuttato a ottobre e da allora è stata un pilastro nella top ten di Netflix. Alla fine, conti alla mano, è diventata la miniserie più seguita di sempre del servizio di streaming.

Secondo la compagnia 62 milioni di famiglie hanno guardato lo spettacolo nei suoi primi 28 giorni dal rilascio. La notizia è stata condivisa da Netflix sui social media. Solo The Witcher, che sta attualmente producendo la sua seconda stagione, rimane il più grande debutto del servizio per una serie originale in generale, vista da 76 milioni di famiglie nello stesso lasso di tempo. Netflix ha anche condiviso alcuni fatti divertenti sulla serie.

Altre curiosità relative a La Regina degli Scacchi: la serie è entrata nella top 10 in 92 paesi e nella prima posizione in 63 paesi. Il romanzo è entrato nella lista dei bestseller del New York Times, 37 anni dopo la sua uscita. Le ricerche su Google su ‘come giocare a scacchi’ hanno raggiunto un picco nel periodo degli ultimi nove anni.

the queen's gambit

Le vendite di set di scacchi sono esplose nelle ultime settimane, in gran parte attribuibili all’uscita della serie. L’azienda Spin Master ha affermato che le sue vendite sono aumentate di tre cifre da quando è uscita la serie di Netflix.

Il vicepresidente delle Serie Originali Netflix, Peter Friedlander, ha riferito questo sul successo della serie in un post:

Tre anni fa, quando Scott Frank (‘Godless’) ci ha contattato per la prima volta per adattare ‘La Regina degli Scacchi’, il libro di Walter Tevis del 1983 su un giovane prodigio degli scacchi, abbiamo ritenuto che fosse una storia avvincente. Tuttavia non credo che nessuno di noi avrebbero potuto predire che ‘La Regina degli Scacchi’ e la straordinaria Anya Taylor-Joy sarebbero diventati i fenomeni globali che sono oggi o la nostra più grande miniserie.

recensione la regina degli scacchi

Mini recensione de La regina degli Scacchi (Netflix)

La Regina degli Scacchi, per chi non l’avesse ancora visto, è incentrato su Beth Harmon, abbandonata in un orfanotrofio del Kentucky alla fine degli anni ’50. Beth ha un notevole talento per gli scacchi e una dipendenza per i tranquillanti. Mentre combatte i suoi demoni personali, le sue dipendenze e l’ossessione, Beth si trasforma in un’abile emarginata determinata a ritagliarsi il suo spazio nel mondo degli scacchi, tradizionalmente dominato dagli uomini.

Leggi anche:
Cobra Kai, recensione della serie Netflix: è in vetta ai contenuti più popolari
Killing Stalking: recensione del fumetto (merita molta attenzione)
Nessuno sa che io sono qui: un film che si fa sentire (RECENSIONE)
Cursed attrae ma non convince: la recensione della serie Netflix
The Old Guard, in un battibaleno è il film più guardato su Netflix (RECENSIONE)
Freud, la serie Netflix: recensione e tante curiosità sul fenomeno tv
Ragnarok: un po’ di mitologia della serie tv Netflix mentre aspettiamo la stagione 2

Back to top button