Cinema, Film e Serie Tv

La Casa di Carta 3 supera Stranger Things

Produzione Netflix spagnola da 34 milioni di click

Un ottimo risultato per la terza parte de La casa di Carta. Nei primi sette giorni dalla messa in onda è riuscita ad ottenere 34.355.956 milioni di visite da account di tutto il mondo. Risultato che conferma la competitività di questa serie nel catalogo Netflix, infatti è riuscita a superare anche i 18,2 milioni binge-watcher di Stranger Things 3.

La serie spagnola, la cui terza stagione è uscita il 19 luglio, è riuscita ad essere il primo prodotto di una serie non in lingua inglese ad avere una diffusione globale. Grande è la soddisfazione dei produttori, in particolare Diego Ávalos, il direttore dei contenuti originali di Netflix in Europa, si dice sinceramente orgoglioso “di portare nel mondo storie create in Spagna”.

Oltre a spopolare in patria, La Casa di Carta ha scalato le classifiche di Francia, Italia, Argentina, Brasile, Cile e Portogallo. Insospettabilmente questo successo riguarda anche gli account indiani.

Questo risultato incoraggia quindi Netflix a produrre serie e film in qualsiasi parte del mondo, senza limitare il proprio pubblico al paese d’origine, ma a tutto il globo.

E’ sicuramente confermata una quarta stagione per questo successo, prevista per il 2020. Qualche anticipazione arriva dall’attrice Itziar Ituño: Le cose non andranno bene, nella quarta stagione avranno – riferendosi alla banda – un grande nemico all’interno della banca e non sarà facile.

Tutto il mondo è in fibrillazione per la nuova stagione della serie e nell’attesa chissà se riusciremo a trovare un’altra perla nel catalogo Netflix di tutto il mondo.

La prima stagione de La Casa di Carta è stata trasmessa da Antena 3 (canale spagnolo) al 2 maggio al 23 novembre 2017. In italiano la serie è stata pubblicata il 20 dicembre 2017 (prima parte), il 6 aprile 2018 (seconda parte) e il 19 luglio 2019 (terza parte) su Netflix.

Leggi anche:
Undone: Amazon Prime Video ruba tutto a Netflix
Netflix si preoccupa della salute degli utenti?
Stranger Things 3: la recensione senza spoiler

Grazia Margarella

Studio Informatica presso l'Università degli Studi di Salerno e condivido le mie passioni per la scienza, il cinema, i libri e la cultura nerd grazie ai ragazzi de Il Bosone. Il mio motto è: Ad astra per aspera, exploro semper. Stay tuned ⚛️
Back to top button