Cinema, Film e Serie Tv

Un riferimento a John Wick ha smascherato un traffico di cocaina a Firenze

Video a fine articolo

Così la polizia ha intercettato e trovato più di 10 mila dollari di cocaina accuratamente nascosta in chicchi di caffè. Non è la prima volta che succede e non sarà certamente l’ultima; tuttavia, è abbastanza singolare il fatto che a smascherare questo tentativo di imbarco illecito sia stata una citazione a John Wick. Sebbene il riferimento creato dai trafficanti sia stato anche piuttosto apprezzabile, alla fine dei conti si è rivelato un’idea decisamente sfavorevole. La droga proveniva da Medellin, in Colombia ed è stata intercettata ieri all’aeroporto Malpensa di Milano. La notizia è stata data da EuroNews.

Il contrabbando sarebbe dovuto avvenire trasportando dei pacchetti di chicchi di caffè imbottiti, al loro interno, della sostanza stupefacente. Mentre il metodo utilizzato per nascondere la cocaina sia stato, a detta degli esperti, abbastanza intelligente per varcare le zone di controllo, ciò non è stato lo stesso per il nome segnato su una delle confezioni.

Ecco come John Wick ha smascherato il traffico illecito

Infatti, qualcuno alle dogane ha notato e segnalato la presenza della dicitura “Santino D’Antonio” che negli ultimi due capitoli della trilogia di John Wick è il nome di un boss della mafia immaginata per la saga.

Il punto è che si sta parlando di uno dei franchise cinematografici più popolari del pianeta, al momento, e ciò non passa di certo inosservato quando si tratta di imballaggi che si muovono sui nastri trasportatori.
Se i trafficanti non avessero usato questa referenza, infatti, probabilmente sarebbero riusciti a effettuare la consegna.

Le forze dell’ordine hanno rilevato che il pacco conteneva, su 2 kg di peso lordo, almeno 150 grammi di cocaina nascosta nei chicchi. Si tratta oltre 10 mila Dollari di droga.

cocaina john wick

Successivamente, le indagini hanno riscontrato una tabaccheria di Firenze come destinazione della consegna. Lì, i poliziotti hanno intercettato e arrestato un uomo sui 50 anni, identificato come il destinatario del “prodotto”.
L’operazione è stata così nominata “Caffè Scorretto”, di chiara ispirazione al tradizionale Caffè Corretto.

Per la menzione a John Wick, non possiamo fare altro che riconoscere un certo gusto artistico e tuttavia, ci chiediamo se non abbiano consumato uno di questi “energizzanti” caffè al gusto di cocaina prima di decidere che sarebbe stata una buona idea.

Leggi anche:
Breaking Bad Blue Meth: la ricetta della Metanfetamina Blu
Coccodrilli drogati negli USA, l’appello della polizia: ‘non gettate metanfetamina nel wc’

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button