Cinema, Film e Serie Tv

John Boyega protesta e sostiene #BlackLivesMatter con un emozionante discorso

Il coro #BlackLivesMatters si intensifica ogni giorno da quando la morte di George Floyd ha fatto letteralmente scoppiare una serie di vere e proprie rivolte in tutti gli Stati Uniti d’America. Tra le voci che si sono schierate in un modo o nell’altro a favore dei manifestanti, che spesso agiscono in modo pacifico preferendo sbeffeggiare i loro persecutori piuttosto che aggredirli, ci sono state quelle di molte aziende importanti come Sony, Facebook, e Infinity Ward. Ma non mancano certo le voci dei VIP, e tra queste possiamo dire che una delle più forti sembra essere stata quella di John Boyega, l’interprete di Finn nell’ultima trilogia di Star Wars.

Sia chiaro, questo clima da quasi guerra civile, non è stato causato soltanto da un arresto eccessivamente violento; questo è stato solo l’ultimo tassello di un terribile puzzle che gli USA hanno costruito negli anni ed esasperato notevolmente con la presenza al governo di Donald Trump, che non è certo famoso per la sua simpatia nei confronti degli esponenti della comunità afroamericana (o quella messicana, o probabilmente qualsiasi altra che non sia di persone dalla pelle bianca).

E la gravità della situazione fa sì che molte manifestazioni si stiano tenendo anche al di fuori del territorio USA, ed anche se in questi altri paesi non si vedono atti di violenza come quelli che sembrano spopolare in America, il trasporto dei manifestanti non è da sottovalutare.

Il discorso di John Boyega

John Boyega è salito sul pulpito durante la manifestazione di solidarietà tenutasi ad Hyde Park, a Londra. Ed al grido di “non so se avrò una carriera dopo questo, ma fanculo“, ha tenuto un discorso di fronte alla folla di migliaia di manifestanti.

Siamo una rappresentazione fisica del supporto per George Floyd.
Siamo una rappresentazione fisica del supporto per Sandra Bland.
Siamo una rappresentazione fisica del supporto per Travyon Martin.
Siamo una rappresentazione fisica del supporto per Stephen Lawrence.

Il discorso dell’attore è stato emotivo, forte, e volto a mostrare supporto per quelle persone innocenti il cui percorso di vita è stato ingiustamente interrotto dalla violenza soltanto a causa del colore della loro pelle. Ed il supporto, oltre che dalla folla presente sul posto, è arrivato a John Boyega da parte di altri VIP, e non solo.

E tra “sei il nostro eroe”, “sono fiero di te” e “finchè avrò modo di lavorare pregherò per poter lavorare ancora con te”, sono stati molti coloro che lo hanno conosciuto per lavoro e che hanno deciso di condividere la notizia del suo discorso per mostrare il proprio supporto. JJ Abrams, Rian Johnson, Mark Hamill, sono solo alcuni dei nomi in questione.

Ed in fondo un discorso come questo non può non essere condiviso. Se anche solo un fan di Star Wars, ascoltando questo discorso, sarà portato ad informarsi maggiormente su quanto sta accadendo negli USA, personalmente, credo che l’azione di John Boyega non sarà sprecata, come non lo sarà l’impegno di chi ha portato la notizia alla vostra attenzione.

Back to top button
Close