Ispirazione

Perché un italiano dovrebbe imparare il russo? Ecco 3 buone ragioni per farlo

Tra le lingue che si imparano più di frequente in Italia non compare di certo il russo. Ci sono l’inglese, lo spagnolo, il francese e in certi casi anche idiomi come il cinese, mentre la lingua russa è una di quelle che passa spesso (e a torto) in secondo piano. Un vero peccato considerando che può garantire diversi vantaggi a chi la impara a cominciare dall’ambito lavorativo. Vediamo quali sono tre validi motivi per imparare il russo.

1. Una lingua ricca e stimolante

Ci sono pochi idiomi al mondo che possono competere con il russo, se si studia la lingua in questione dal punto di vista delle origini e della particolarità delle sue espressioni. Le curiosità su questa lingua sono davvero parecchie, spesso legate all’alfabeto cirillico, e ai suoni delle lettere, molto diversi dalle abitudini di noi italiani. E come ogni altra lingua, anche il russo ha diverse espressioni per identificare un certo concetto o un qualcosa inerente alla realtà. Nel russo, ad esempio, ci sono ben tre modi di dire “blu” che fanno riferimento a tre differenti sfumature. Per questi motivi, soprattutto per via dell’alfabeto, è una lingua un po’ ostica da apprendere, ma non impossibile. Ci sono diversi strumenti online utili a imparare il russo, come l’app di Babbel ad esempio, che permettono un apprendimento rapido e divertente delle lingue. Una ragione in più per cimentarsi nell’approfondimento del russo, che è anche uno degli idiomi più parlati al mondo.

2. Il russo è utile per il lavoro

Al mondo si trovano circa 170 milioni di persone native che parlano russo, alle quali si aggiungono altri 130 milioni di individui parlanti. Da qui l’importanza di questa lingua a livello professionale, soprattutto per chi lavora in ambito turistico. Per fare un esempio pratico, a Roma ci sono diversi enti interessati all’assunzione di guide turistiche che parlano appunto questo idioma. Naturalmente, alzando l’asticella, il russo è essenziale anche per una risorsa che si occupa di curare gli interessi di un’azienda tricolore con partner commerciali in Russia. Si parla infatti di una grande potenza economica, quindi sono molte le imprese tricolori che intrattengono scambi commerciali con le aziende russe. Un altro lavoro molto affascinante e richiesto è l’interprete, senza poi dimenticare i ruoli legati al settore diplomatico in sedi come l’UNESCO e l’ONU. Infine, chi vuole fare l’astronauta finirà per studiare anche il russo, trascorrendo un piccolo periodo a Mosca. Il motivo? Le istruzioni che si trovano nelle stazioni spaziali sono scritte in questa lingua per via del primato russo nel settore aerospaziale, quindi è bene riconoscerle.

3. Scoprire la cultura russa

Questa è una regola che riguarda qualsiasi lingua e il russo ovviamente non fa eccezione. Quando si impara un idioma, infatti, si apprende anche come quel popolo guarda e interpreta il mondo. Soltanto chi impara il russo potrà sperare di afferrare, per quanto in piccola parte, la complessità di una delle culture più antiche e ricche mai esistite. Inoltre, l’idioma russo è molto diverso dall’italiano in quanto più sintetico e questo può dar modo a chi lo apprende di comprendere nuovi sistemi di espressione, lontanissimi dai nostri. Non bisogna poi dimenticare che la cultura russa offre pellicole e canzoni meravigliose, e che ha un retroterra artistico di tutto rispetto con davvero pochi concorrenti. Ebbene, imparare il russo vuol dire anche avere la possibilità di gustarsi queste opere d’arte in lingua originale, dato che con il doppiaggio si perdono moltissimi aspetti degni di nota.

Sono poche le lingue che hanno un fascino paragonabile a quello del russo, anche per una questione di musicalità dell’idioma. Ci sono quindi molti motivi validi per apprenderlo, da quelli lavorativi fino ad arrivare alle ragioni culturali.

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button