Anime e Cartoni

I’m with you: la nuova canzone di Olaf di Frozen per abbattere la distanza sociale (AUDIO)

Tra i tanti effetti negativi portati dal coronavirus, per molte persone c’è la solitudine. Chi ha dovuto trascorrere il lockdown da solo, ha avvertito ancora di più la difficoltà di questo momento delicato. Ed è proprio per loro che Olaf, il tenero pupazzo di neve di Frozen, canta I’m with you, la sua nuova canzone, dedicata al tema del distanziamento sociale. Un pensiero di vicinanza e conforto a chi si sente particolarmente solo.

Com’è nata I’m With You

I compositori della canzone, i coniugi Kristen Anderson-Lopez e Bobby Lopez, hanno pensato a quanto possa essere importante la musica nella vita delle persone, e come sia in grado di farci compagnia durante periodi difficili.

Olaf, come tanti di noi in questo momento di distanziamento sociale, sente la mancanza di qualcuno e decide di affidare il suo pensiero a Zefiro, lo spirito dell’aria, che lo recapiterà al destinatario.

Kristen racconta come abbia creato la melodia mentre era sotto la doccia. Motivo per cui ha continuato senza asciugarsi, continuando a gocciolare, per non perdere l’ispirazione. Ha scritto tutto in appena un’ora. Ecco le prime parole della canzone:

Sono con te con questa lettera
Sono con te con questa canzone
Sono con te quando ridi per qualcosa di stupido che ho fatto di sbagliato
A chi importa di dove siamo?
Io sono qui e tu ci sei
Ma sono con te e ci tengo.

A casa con Olaf

In realtà, il piccolo pupazzo di neve parlante, ci ha tenuto compagnia nell’ultimo periodo anche con una serie di cortometraggi della miniserie “A casa con Olaf”, andata in onda per tutto il mese di aprile gratuitamente sui canali Disney (anche social come Youtube, Instagram e Facebook).

Poi è giunta la canzone, e chissà ancora cosa ha in serbo per noi. Insomma, anche se è ancora presto per dire che il pericolo del coronavirus sia passato, anche se forse occorreranno ancora molti mesi prima di tornare alla normalità, prima di tornare ad abbracciarci come un tempo, sappiamo di non essere soli.

Fino ad allora potremmo essere sicuri che ci sarà Olaf a farci compagnia con la sua dolcezza.

Leggi anche:
Da Frozen alla realtà: lo spettacolo ghiacciato del lago Michigan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close