Scienza

Il “viaggio” del meteorite nero caduto sul Botswana

Il 2 giugno 2018 è la data in cui l’asteroide 2018LA è esploso sul Botswana. Nonostante siano molti i meteoriti che esplodono sulla Terra questo è particolare, poiché è solamente la seconda volta che gli scienziati sono riusciti a osservare un asteroide nello spazio, prima che colpisse la Terra. L’impatto ha provocato un’esplosione della forza di circa 200 tonnellate di dinamite. Il cielo si è illuminato e i frammenti di questo corpo celeste (ben 23) sono atterrati nel parco nazionale del Botswana, stato africano che si trova tra il Sud Africa, la Namibia e lo Zimbabwe.

meteorite

Il meteorite caduto in Botswana è in realtà un frammento di Vesta, un gigantesco asteroide che fa parte della Fascia Principale di asteroidi che si trova tra le orbite di Marte e Giove. Si pensa che Vesta sia stato forgiato agli albori del sistema solare, ha un diametro di circa 525 chilometri e a volte è persino visibile dalla Terra. Sembrerebbe che miliardi di anni fa il corpo celeste è stato colpito da un altro asteroide, creando una serie di frammenti che, ben 22 milioni di anni fa, sono stati rilasciati e hanno iniziato a viaggiare nello spazio. Il nostro meteorite “nero”, è proprio uno di questi frammenti ed è stato appunto chiamato 2018LA.

Le immagini del telescopio Skymapper hanno aiutato a stabilire il percorso della pietra cosmica con grande precisione. Così gli scienziati hanno elaborato l’orbita dell’asteroide e hanno analizzato i pezzi che hanno trovato.

Il "viaggio" del meteorite nero caduto sul Botswana

Come detto precedentemente, i frammenti sono ben 23, e la ricerca di questi frammenti non è stata affatto facile come racconta Peter Jenniskens, esperto di meteoriti al SETI (Istituto di ricerca di intelligenza extraterrestre). L’area su cui si sono concentrati è di circa 3.600 chilometri quadrati. Grazie alle registrazioni di alcune telecamere di sicurezza di hotel o pompe di benzina, sono riusciti a restringere il perimetro per capire quale fosse il luogo della caduta, all’interno della Central Kalahari Game Reserve. Il primo frammento viene trovato il 23 giugno, un piccolo pezzetto nero che pesava poco meno di un grammo. Viene chiamato Motopi Pan. «Questa piccola roccia è diventata un tesoro nazionale del Botswana», ha detto il dottor Jenniskens. Il frammento è stato poi studiato, grazie ai dati raccolti dalla sonda Dawn della Nasa che ha documentato la geologia di Vesta. Finalmente grazie a mesi di studi ed analisi, si è potuta raccontare la storia di questo piccolo meteorite nero, del diametro di circa 156 centimetri, durata circa 22 milioni di anni.

Leggi anche:
Frammento di meteorite caduto in Molise
I crateri terrestri potrebbero inghiottire città intere (VIDEO)
Antico meteorite ritrovato in un vialetto nel Regno Unito
Palla di fuoco avvistata nel Vermont: meteora esplode sugli USA
Palla di fuoco illumina i cieli della Germania: ecco le spettacolari immagini della meteora
Dal ghiaccio meteorico all’origine del sistema solare

Brybry87

Lettrice seriale, amante del mare e della magia che trasmettono le onde. Sono un uragano di idee e passioni, sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Il mio motto è: Non c'è nulla di più creativo, o di più distruttivo, di un intelletto brillante fortemente motivato.
Back to top button