Scienza

Il tutore per il naso funziona?

Il naso, essendo una delle parti del viso più esposte, è spesso anche quella su cui ci poniamo più problemi e in cui riscontriamo più difetti. C’è a chi non convince la forma, chi ha la gobba, chi se lo vede storto o troppo lungo. Molti pensano che la chirurgia estetica sia l’unica strada percorribile per ottenere il naso perfetto, ma questo non è del tutto vero. Un intervento chirurgico, comunque, ha un impatto notevole sull’individuo e anche qualche effetto collaterale, oltre che un lungo periodo di recupero. Esiste un’alternativa meno invasiva, il tutore per il naso.

Cosa sono i tutori per il naso

I tutori per il naso sono dei correttori nasali che aiutano, in modo meno invasivo, a correggere la struttura ossea di questa delicata parte del corpo. La correzione avviene in maniera naturale e graduale, senza causare effetti collaterali sulla tua salute. Con un tutore puoi rimodellare il naso a casa, correggendo gli inestetismi e facendo apparire il tuo viso migliore. I risultati si vedono in poco tempo, a patto che imperfezioni da correggere non siano gravi e non comprendano una gobba evidente, che può essere eliminata solo chirurgicamente.

I tutori per il naso possono essere utilizzati quando hai bisogno di:

  • Restringere la punta e le narici
  • Ridurre la larghezza del naso
  • Correggere il naso a patata
  • Levigare leggermente la gobba
  • Ripristinare la simmetria nasale

Funzionano andando ad agire sulla cartilagine interna al naso. Essa essendo morbida si riesce a rimodellare di ½ millimetri ogni mese circa.

Come va utilizzato il tutore per il naso

La maggior parte dei correttori nasali sono semplici clip da applicare tutti i giorni, anche per poche ore. Per vedere dei risultati è necessario, ovviamente, indossare il tutore ogni giorno con costanza. Più lo si indossa e migliori saranno i risultati. Le clip di cui è composto vanno ad alzare la cartilagine interna al naso, rendendolo più simmetrico e naturale. I benefici che derivano dall’utilizzo di questo strumento sono puramente estetici, ma agiscono spesso sul lato psicologico ed emotivo di una persona, donandogli sicurezza ed autostima. Un correttore nasale va indossato almeno 10/15 minuti al giorno, per un minimo di ¾ volte alla settimana. Ci sono alcuni casi in cui, invece, è necessario indossarlo per 20 minuti consecutivi ogni giorno. Cerca di rispettare le tempistiche indicate dall’azienda produttrice, in modo da riuscire ad ottenere i risultati sperati nelle settimane/mesi di trattamento.

Come scegliere il giusto correttore nasale

Sono disponibili in commercio tantissimi correttori nasali, che ti permettono di correggere il naso senza chirurgia, di varie forme e dimensioni. Esistono anche modelli universali, adatti a chiunque, e kit più semplici e pratici. Questi ultimi sono indicati per chi vuole iniziare a provare una soluzione del genere ed è alle prime armi. Esistono anche correttori che vanno a correggere più inestetismi insieme, pensati per esigenze molto specifiche.

I materiali con cui sono realizzati sono flessibili e si adattano bene a qualsiasi forma senza provocare dolore o irritazione. Il silicone è il materiale più utilizzato per la loro costruzione, anallergico e sicuro. Puoi trovarli, in alternativa, in plastica medica PVC o in resina ABS. Il materiale è un ottimo elemento da considerare quando si sceglie un prodotto di qualità, che potrebbe interferire sulla nostra salute. Il silicone medico è sicuramente è l’alternativa migliore, la più sicura e delicata sulla pelle. Prediligi un modello a ventosa che aderisce perfettamente alle narici senza stringere, indolenzire o lasciare segni sulla pelle. Se vuoi approfondire il tema del rimodellamento non chirurgico del naso, ti consiglio la lettura di questo articolo. I risultati derivanti dai tutori per il naso variano in base al singolo individuo.

I tutori nasali presentano controindicazioni?

I correttori nasali sono una soluzione sicura per raddrizzare il naso, senza ricorrere alla chirurgia. Se scegli un prodotto di alta qualità, realizzato in materiale anallergico e medico, non rischierai nessuna controindicazione o effetto collaterale. È importante che tu rispetta le tempistiche indicate e lo utilizzi con costanza. Prima di scegliere un modello informati bene e chiedi parere al tuo medico. Ad oggi, il correttore nasale è la soluzione meno invasiva e dolorosa per correggere piccole imperfezioni. Se vuoi approfondire e scoprire le soluzioni più efficaci, puoi farlo leggendo questo articolo su Rhino Correct.

Quando il correttore nasale non basta?

I correttori nasali sono efficaci, ed anche molto economici, ma ci sono delle situazioni in cui è necessario ricorrere ad un intervento di rinoplastica. Ad esempio, se il naso risulta troppo grande. Ovviamente, per capire cosa serve è necessario rivolgersi ad un medico specializzato e farsi fare un quadro clinico completo. Esistono diverse tipologie di rinoplastica: primaria, secondaria, etnica, chiusa o aperta. L’intervento è eseguito in anestesia totale e, in alcuni casi, sono necessari due giorni di osservazione. Solitamente, l’intervento viene eseguito in day surgery ed è indispensabile in caso di fratture nasali o deviazioni del setto nasali che compromettono la normale respirazione.

Leggi anche:
Spesa Online: consegna a casa o ritiro in magazzino?
Build Rapide per D&D: Druido della Fiamma
Per maneggiare questi Dadi di D&D alla Birra vi servirà un alto punteggio di costituzione (FOTO)

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button