Interviste e Network

Il segreto di Castel Lupo – Italian Gamemakers

Da quando l’abbiamo annunciata, non è passato tantissimo tempo prima che la nostra rubrica dedicata a coloro che creano videogiochi in Italia si popolasse, ed oggi siamo fieri di presentare un altro frutto della creatività italiana: Il segreto di Castel Lupo, prodotto da Fix-a-bug. Abbiamo conosciuto il portavoce, Paolo, e gli abbiamo fatto qualche domanda.

Ciao, presentati e presenta il tuo team di sviluppo!

FixaBug è uno staff creativo composto da tre programmatori, uno sceneggiatore di fumetti e un illustratore e grafico pubblicitario che si sono incontrati per la prima volta nell’estate del 2015, e si sono detti: “perché non facciamo un videogioco?” e… lo hanno fatto!

Quando avete avuto l’idea di “Il segreto di Castel Lupo”?

Quando il suo autore, il misterioso Wally Wonderfall, ci ha contattati. Ha saputo di questa nuova realtà appena nata. Aveva già del materiale pronto e ce lo ha ceduto volentieri in cambio di alcuni chili di spaghetti e alla garanzia che avremmo sviluppato il suo lavoro come si deve.

il segreto di castel lupo: il castello
Un castello spaventos…amente divertente!

Perchè un’applicazione per mobile?

Il gioco ha una componente “touch” e il mobile è il primo tipo di device che ci è venuto in mente. Fare un libro per mobile, e pure interattivo, è stata una sfida divertente. Detto questo a brevissimo sarà disponibile anche una versione per computer fissi…

Un libro “come quelli di una volta” non basta più al giorno d’oggi?

E’ una bella domanda… la stessa che ci siamo fatti noi all’inizio.
Il segreto di Castel Lupo prima di tutto esiste per questo motivo, cercare una risposta a questa domanda.

Il segreto di Castel Lupo: libro o libro-game?

Nel sito e nelle presentazioni specificate che questo non è un E-book e nemmeno un librogame. Cos’è allora?

E’… un prodotto Fix-A-Bug!
:)

In realtà si tratta di un’ibridazione di queste due cose. Con una spruzzata di vecchie avventure testuali e qualche elemento di avventure grafiche punta e clicca. Prima di
tutto però ci piace considerarlo un libro.
Non è scritto in seconda singolare, al contrario di un librogame tradizionale. E non ha
un’interfaccia grafica vera e propria. E’ un romanzo di avventura per ragazzi, che per essere concluso ha bisogno di un intervento da parte dei lettori…

Ma ammettetelo, ai librogame ci avete giocato! Che serie sono
state le vostre preferite?

Siamo cresciuti a pane e librigame.
Su tutte, l’immortale Lupo Solitario. Ma anche Alla Corte di Rè Artù di Brennan, che si distingueva per il suo umorismo demenziale…

Perchè avete deciso di destinare questo prodotto ad un target
giovane?

Perché i giovani ci incuriosiscono. Ci piace capire cosa cercano, cosa piace loro. Ci stiamo provando. E abbiamo questo obiettivo vergognosamente ambizioso, provare a infilare tra tutte le app frenetiche e da smanettoni che si trovano sui loro mobile un qualcosa che possa invogliare alla lettura, all’apprezzare un testo scritto.

Willy Wanderfall, il misterioso autore di “Il segreto di Castel Lupo”

Chi è l’ideatore della storia di “Il segreto di Castel Lupo”? Ce la
potete accennare?

Wally è un enigmista scozzese. Non sappiamo un granché sul suo conto. Ogni tanto ci scrive qualche mail di rimbrotto, segnalandoci correzioni da apportare sulla sua storia. Però non lo abbiamo mai incontrato. Supponiamo si tratti di un nome d’arte ma, credeteci, non abbiamo idea di chi si nasconda realmente dietro la sua identità.

il segreto di castel lupo: i protagonisti
I piccoli protagonisti

Riguardo alla storia ecco un piccolo incipit: Simon e Violet Weird, due valorosi gemelli, hanno appena scoperto di essere i discendenti di un folle alchimista vissuto nel 1500… e di aver
ereditato il suo antico castello nel cuore delle Alpi! Quale agghiacciante segreto si nasconde nei sotterranei di quel maniero decrepito? Tra perfidi cavalieri, mostri di plastilina, mummie centenarie e giardinieri diabolici, questa sarà davvero una vacanza indimenticabile per i gemelli Weird…

Cosa ne pensate dei dati sull analfabetismo funzionale in Italia?

Che forse un certo tipo di videogiochi, realizzato in un certo modo, possa fare la sua piccola, minuscola parte nella battaglia contro questo fenomeno… per lo meno con le nuove generazioni!

il segreto di castel lupo : alambicco
Una storia piena di interattività.. e di chimica!

Quali sono i vostri progetti futuri?

Attualmente stiamo lavorando sulla storia di Violet, parallela a quella di Simon ne ” Il Segreto di Castel Lupo “. E poi si sta iniziando a mettere in cantiere “Il Segreto di Re Mida”, il secondo capitolo della trilogia che Wally ha scritto…

“Il segreto di Castel Lupo” è solo l inizio

Dove possiamo trovare “il Segreto di Castel Lupo” e quanto costa?

Il segreto di Castel Lupo ha un mini sito per chi è curioso di saperne di più, oppure ci potete trovare su Facebook.
Potete scaricarlo su Apple store se possedete un device iOs, mentre qui potete scaricarlo su Google Play se possedete un device Android.
Il tutto, all’esorbitante prezzo di ZERO euro! :)

Joliet Jake

Nato in una assolata e ridente (?) valle ai confini con la Svizzera, Joliet Jake sfruttò, dalla nascita, questo profluvio di orologi e cioccolato per la sua crescita. Un’errata proporzione nel mix ottenne lo straordinario risultato di farlo arrivare sempre in ritardo e di dipendere dal cioccolato per la propria sopravvivenza. Informatico per passione, ha molti interessi e mirabilmente riesce a fallire in tutto in modo omogeneo. Autore di testi di vario genere per formazione e velleità, si prodiga nella redazione di castronerie astrali. Vi conviene leggere i suoi scritti prima che scompaia ed il suo genio venga riconosciuto postumamente da archeologi in cerca di reliquie letterarie(digitali) di alto lirismo. Che però saranno convinti che la lingua dei testi sia il turcomanno antico.
Back to top button