Cinema, Film e Serie Tv

Ian McKellen: l’attore potrebbe tornare come Gandalf nella serie sul Signore degli Anelli

Non è una certezza ma facendo due calcoli è comprensibilmente possibile che vedremo Sir Ian McKellen nuovamente nei panni dello stregone più famoso della Terra di Mezzo. Sembra che l’attore abbia avuto un ripensamento riguardo alla possibilità che ciò accada, che nel 2015 aveva liquidato dicendo che il suo ruolo come Gandalf il Grigio sarebbe terminato con i film della trilogia de Lo Hobbit, prequel de Il Signore degli Anelli

Della saga di Peter Jackson si parla molto in questi giorni, un po’ perché sappiamo della produzione di una (o forse più) serie TV ambientate nel mondo creato da Tolkien, un po’ per via della recente reunion del cast del film durante un episodio della serie “Reunited Apart” di Josh Gad

E nonostante ci siano molti attori che hanno dichiarato apertamente che non hanno intenzione di ripetere un’eventuale esperienza nella Terra di Mezzo, come ad esempio Andy Serkis (Gollum/Smeagol), qualcun altro non esclude che possa accadere. 

Il messaggio di Sir Ian McKellen: ‘all’alba, guarda a est’

Sir Ian McKellen potrebbe essere tra gli attori che torneranno ad interpretare i loro storici personaggi nelle serie TV a cui Amazon sta lavorando dopo aver acquistato i diritti nel 2017.

Durante una breve intervista al The Graham Norton Show, infatti, ha commentato la possibilità che qualche altro attore potesse vestire i panni del noto mago. 

gandalf
Gandalf burlone (Ian McKellen)

Come sarebbe a dire, un altro Gandalf? Non ho detto di sì [alla parte] perché non mi è stato chiesto. Ma pensate che qualcun altro reciterà quella parte? Gandalf ha oltre 7000 anni, quindi non sono ancora troppo vecchio.

Che dire, un’apertura di questo genere non può che farci sperare di rivedere Ian McKellen con barba e cappello a punta e considerando che a quanto pare una delle serie in arrivo tratterà del passato di Aragon, una sua apparizione è assolutamente possibile. 

Leggi anche:
Gandalf donna nella serie tv: tutti i motivi per cui non è plausibile

Back to top button
Close