Cinema, Film e Serie Tv

Hugo Weaving contro Marvel: svelato il motivo per cui non è tornato come Teschio Rosso

Dopo aver vestito i panni di Teschio Rosso in Captain America: The First Avenger, in una recente intervista a Time Out, Hugo Weaving ha spiegato il motivo per cui non compare negli ultimi due capitoli della saga degli Avengers.

Il perché dell’assenza di Hugo Weaving nei panni di Teschio Rosso

Fino al suo arrivo sul grande schermo, grande segretezza è stata mantenuta intorno alla trama di Avengers: Infinity War. Tra le tante sorprese che hanno sbalordito i fan, la presenza di Teschio Rosso, guardiano della Gemma dell’Anima sul pianeta Vormir.

Quello che ha lasciato gli spettatori a bocca aperta, però, è stato scoprire che Teschio Rosso non fosse interpretato da Hugo Weaving, bensì da Rose Marquand che ne ha vestito i panni anche in Avengers: Endgame. Per sopperire all’assenza di Hugo Weaving, il personaggio è stato ricreato in digitale e doppiato dall’attore di The Walking Dead, specialista delle imitazioni.

Durante un’intervista per Time Out, è stato chiesto a Weaving perché avesse rifiutato di tornare a interpretare il celebre villain. L’attore, infatti, dopo l’uscita del primo capitolo nel 2011, si era dimostrato disponibile a fare ritorno nelle ultime due pellicole della saga. Hugo Weaving ha incolpato gli Studios per la sua assenza, dichiarando:

Avrei voluto tornare a interpretare Teschio Rosso, è molto divertente. Eravamo tutti obbligati a firmare per tre film: pensavo che Teschio Rosso probabilmente non sarebbe tornato in Captain America, ma avrebbe potuto tornare come villain in The Avengers. Poi, però, hanno fatto retromarcia sui contratti che avevamo accettato e i soldi per The Avengers erano molto meno di quelli che avevo avuto la prima volta, e questo era per due film. Ma la promessa quando avevamo firmato la prima volta era che il compenso sarebbe aumentato. Mi hanno detto ‘Si tratta solo di un lavoro di voce, non è niente di che’. Ho scoperto che negoziare con loro era impossibile.

E voi che ne pensate, siete dalla parte di Hugo Weaving o degli Studios? Intanto, altra assenza dell’attore australiano, stavolta non dettata da motivi di compenso, sarà quella in Matrix 4. L’attore ha, infatti, spiegato di essere attualmente impegnato nella pièce The Visit, al National Theatre di Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close