Fumetti, Comics e Manga

Hentai: perché c’è chi lo preferisce ai video espliciti reali?

Un buon nerd non potrebbe non sapere cosa siano gli hentai, più probabile è, semmai, che faccia finta di non saperlo!

Battute a parte, gli hentai sono le versioni erotiche dei classici manga giapponesi, nient’altro che disegni, dunque, i quali tuttavia presentano appunto un contenuto più o meno esplicito.

Non si afferma nulla di nuovo nel dire che gli hentai, che hanno peraltro alle spalle una storia antichissima, siano amati da tantissime persone, anche da chi non ha mai avuto un debole per i manga e per la cultura nerd, ma come si spiega questo?

Ognuno ha i suoi gusti, si potrebbe rispondere. Certo, non può che essere così, ma porsi questa domanda è comunque molto interessante.

Oggi, come noto, se si vuol usufruire di contenuti espliciti bastano pochi click per trovarne un’infinità, e se l’obiettivo è quello di “riscaldarsi” i filmati reali dovrebbero essere l’ideale; eppure tantissime persone trovano assai più intriganti gli hentai rispetto ad un qualsiasi video hot.

Alla base di questa preferenza possono esserci molteplici ragioni, proviamo a fare il punto su quelle più importanti.

L’hentai è una narrazione, una sorta di esperienza onirica

Anzitutto bisogna sottolineare che così come i manga non sono dei semplici disegni, ma una vera e propria cultura, allo stesso modo gli hentai non sono dei semplici contenuti piccanti.

L’arte hentai infatti non si concentra sull’atto in sé, bensì sull’esperienza, pone una grande attenzione agli elementi contestuali, per tale motivo sembra quasi ispirata al mondo onirico.

L’hentai non è un contenuto esplicito fine a sé stesso, è una narrazione, fortemente emozionale, e ciò la rende ben distinta dal classico filmato esplicito reale.

L’hentai è un modo per vivere delle fantasie irrealizzabili

Come si sarà capito, hentai fa rima con fantasia, e questo è un aspetto che merita di essere evidenziato.

Per tanti appassionati, infatti, leggere un fumetto hentai non è altro che un modo per vivere delle fantasie che non potrebbero mai diventare realtà, magari per ragioni di natura sociale, o più semplicemente perché nel mondo reale si supererebbe di gran lunga il confine del buon senso.

Questo, tuttavia, non significa certo chi ama gli hentai covi nel suo profondo delle pulsioni che potrebbero degenerare, al contrario la lettura di questi fumetti, come detto, è solo un modo di vivere situazioni ed esperienze che sono segretamente reputate intriganti, ma che comunque, nella realtà, non verrebbero mai neppure ricercate.

Il surreale dell’hentai

Un’altra ragione molto importante per cui gli amanti dell’hentai non rinuncerebbero mai a questi disegni, neppure per il più piccante dei filmati reali, è il fatto che essi possono rappresentare scene totalmente surreali, non solo dal punto di vista sociale e relazionale, ma anche a livello di morfologia dei protagonisti.

Certo, ci sono tantissimi hentai che raffigurano uomini e donne dalle fattezze normali, anche versioni più particolari dell’hentai sono comunque da considerarsi realistiche, si pensi ad esempio al cosiddetto futanari, che non è altro che la “traduzione” in fumetto di immagini di donne transgender come quelle che si potrebbero vedere online in siti di annunci come TorinoErotica, tuttavia le raffigurazioni irreali, nell’hentai, ricorrono davvero molto spesso.

Gli esempi sono innumerevoli: si spazia da persone che presentano delle proporzioni del tutto irrealistiche fino a soggetti con caratteristiche sia umane che animali.

La particolare personalità dei protagonisti

Un altro aspetto che intriga tantissimi appassionati di hentai corrisponde, infine, alla personalità dei soggetti che vengono coinvolti nelle narrazioni.

A prescindere dal fatto che siano donne o uomini, infatti, i protagonisti dei fumetti hentai si presentano molto spesso come delle persone “innocenti”, timide e schive, le quali si lanciano a vivere dei momenti di eros in maniera tutt’altro che premeditata, anzi facendosi travolgere dal contesto che si è inaspettatamente venuto a creare.

Tantissime persone adorano questo particolare volto dell’hentai, magari perché si rivedono in questo tipo di personalità, peraltro vicina al mondo nerd, o semplicemente perché sono intrigate da dinamiche come quelle descritte.

Quest’aspetto, d’altronde, è del tutto in linea con quanto detto in precedenza, ovvero con il fatto che nell’hentai la narrazione ed il contesto tendono ad avere un’importanza ben superiore rispetto al momento erotico in senso stretto.

Potrebbero essere questi, dunque, i principali “segreti” dell’hentai, ma probabilmente alla base del successo di queste particolari rappresentazioni fumettistiche vi è un concetto ancora più semplice: gli orizzonti della fantasia sono di gran lunga più ampi rispetto a ciò che può essere filmato!

Leggi anche:
Le Mascherine negli Hentai. Ciò che ci circonda diventa Sexy
Hentai che insegnano, Hentai da leggere in coppia (Sweet & Sour)
Manga Hentai: quello che spesso l’occhio non vede
Cleopatra: Tezuka e l’erotismo
Perchè i cartoon per adulti sono così cliccati

Back to top button