Attualità

Harry Potter “espulso” da una scuola cattolica

Un reverendo del Tennessee fa rimuovere la saga perché contiene maledizioni reali

Siamo in quel periodo dell’anno tanto caro a tutti i Potterhead, tra il binario 9 e 3/4 e le aule di Hogwarts. In quel mondo fantastico in cui la maggior parte di noi ha lasciato un pezzetto di sé non potranno però entrare i ragazzini di una scuola del Tennesse, o almeno tramite la biblioteca scolastica.
Siamo in una scuola cattolica, la St Edward Catholic School di Nashville, e il reverendo Dan Reehill ha bandito dagli scaffali della biblioteca i libri della saga del maghetto più famoso di tutti i tempi. Parliamo ovviamente di Harry Potter.

Secondo il reverendo le opere di J.K. Rowling fanno un ritratto troppo allettante della magia e che gli incantesimi e le maledizioni descritte sono reali e “rischiano di evocare spiriti maligni” quando lette.

Per giustificare la propria decisione ha scritto una mail ai genitori degli studenti dove dichiara di aver consultato alcuni esorcisti degli Stati Uniti e il Vaticano prima di rimuovere i volumi. Ne riportiamo alcune parole:

Questi libri presentano la magia sia nel bene che nel male, fatto non veritiero, ma in realtà un inganno intelligente. Le maledizioni e gli incantesimi usati nei libri sono vere maledizioni e incantesimi; che quando letto da un essere umano rischiano di evocare spiriti maligni alla presenza della persona che legge il testo.

Harry Potter espulso dagli scaffali scolastici

Rebecca Hammel, sovrintendente della scuola, ha confermato l’email e la decisione del reverendo al The Tennessean. In questa sede ha evidenziato che il reverendo ha tutte le facoltà di agire secondo le proprie idee. Nonostante il fatto che la chiesa cattolica non abbia alcuna posizione ufficiale sui romanzi.

La scuola aveva recentemente aperto una nuova biblioteca, secondo la signora Hammel, e hanno valutato più volte quale catalogo proporre ai propri studenti.

So che nel processo [valutare il catalogo] stavano analizzando e in qualche modo estrapolando parte del contenuto con l’intenzione di elaborarlo e migliorarne la circolazione.

Inoltre, la sovrintendente, ha dichiarato che la scuola non ostacolerà gli studenti che vogliano leggere Harry Potter, scelta che sarà a discrezione dei genitori.

Se i genitori dovessero ritenere che questo o altri medie siano appropriati, noi speriamo di guidare i loro figli e le loro figlie a comprenderne il contenuto attraverso lo sguardo della nostra fede. Non vogliamo davvero censurare con le nostre selezioni, bensì vogliamo essere sicuri di inserire nelle nostre biblioteche scolastiche materiale adatto all’età dei nostri studenti.

Leggi anche:
Il Mantello dell’Invisibilità di Harry Potter esiste!
GDR di Harry Potter in arrivo, lo rivela un Leak
Keira Knightley vieta film Disney alla figlia: è polemica

Grazia Margarella

Studio Informatica presso l'Università degli Studi di Salerno e condivido le mie passioni per la scienza, il cinema, i libri e la cultura nerd grazie ai ragazzi de Il Bosone. Il mio motto è: Ad astra per aspera, exploro semper. Stay tuned ⚛️
Back to top button