Libri e Letteratura

Harry Potter and the Cursed Child diventerà un libro

il cast teatrale di Harry Potter
Noma Dumezweni, Jamie Parker e Paul Thornley.

E’ ufficiale: la casa editrice Little Brown pubblicherà la sceneggiatura dell’opera teatrale “Harry Potter and the cursed child” (Harry Potter ed il bambino maledetto).

Non sarà un vero e proprio ottavo capitolo, ma riporterà la storia di base della sceneggiatura utilizzata.

Lo spettacolo è stato scritto da Jack Thorne  e sarà diretto da John Tiffany, con la supervisione della Rowling. Sarà diviso in due parti, vi reciteranno più di trenta attori, e andrà in scena a Londra dal 30 luglio 2016 al Palace Theatre. I tre protagonisti della saga principale verranno interpretati da Noma Dumezweni (Hermione), Jamie Parker (Harry) e Paul Thornley (Ronald).

Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint
Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint nella scena finale de “I Doni della Morte II”

Dal 31 luglio (compleanno della Rowling e dello stesso Harry) Harry Potter and the cursed child sarà disponibile nelle librerie inglesi, mentre Salani, che ha edito le versioni italiane della saga, non ha ancora annunciato alcuna data.

 

Quello che si sa dell’opera è contenuto nella presentazione:

“È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è di certo più facile adesso che è un dipendente del Ministero della Magia oberato di lavoro, un marito e padre di tre bambini in età scolare. Mentre Harry si ritrova a gestire un passato che si rifiuta di rimanere nel posto cui appartiene, il suo figlio più giovane Albus lotta con il fardello dell’eredità di una famiglia e del peso della fama che non ha mai voluto. Con il passato ed il presente che si fondono sinistramente in un tutt’uno, padre e figlio impareranno una verità scomoda: a volte, l’oscurità proviene dai posti più inaspettati.”

 

Fonte immagini: Google

Moryan La Nana

Nata, cresciuta ed abbondantemente pasciuta in quel di Cosenza, inseguendo creature fantastiche lascia spesso la valle del Crati, per perdersi nei meandri di immaginarie foreste nel mondo del fantasy, di cui scrive. Nana e guerriera, sempre armata del suo fedele martello, di penna e calamaio. Di lei stessa dice: Io esisto. Ed è un lavoraccio essere me!
Back to top button