Tecnologia

Guida all’acquisto dei migliori monitor per computer: quale scegliere?

E’ più comune di quel che sembra dover passare diverse ore davanti al pc, sia per hobby che per lavoro, ed è per questo motivo che si rende necessario utilizzare monitor e accessori che incentivino la salute di chi li utilizza, e non solo. E’ appurato che passare molte ore davanti a degli schermi – che siano computer, televisori o smartphone – possa causare dei veri problemi di salute, in particolare alla vista.

Tuttavia, negli ultimi decenni, la tecnologia ha fatto passi da gigante e oggi troviamo in commercio monitor computer all’avanguardia e studiati appositamente per coloro che ne fanno un utilizzo prolungato, che presentano caratteristiche come un refresh rate uguale o superiore a 144 Hz, cosa che qualche anno fa era impensabile, e dotati di protezione dalla luce blu (dannosa per la vista).

I monitor computer Huawei presentano questi requisiti e solitamente li troviamo negli articoli da gaming; tra i migliori e a prezzi accessibili, abbiamo il monitor Huawei MateView e la versione GT.

Monitor Huawei MateView: caratteristiche

E’ uno dei monitor all’avanguardia da ben 28,2 pollici in 3:2, che permette di vedere il 18,5% in più dei contenuti in verticale rispetto ai monitor standard. Una chicca è la certificazione VESA Display HDR 400 che ottimizza le immagini anche nelle aree più oscure e la certicazione TUV Rheinland Low Blue Light e Flicker Free, che riducono l’affaticamento della vista, riducono le emissioni di luce blu e soprattutto riduce lo sfarfallio dello schermo (che spesso troviamo nei classici monitor ed è la causa principale di emicrania e nausea).

Presenta sia il supporto via cavo che wireless, così da poter collegare diversi dispositivi come smartphone e tablet e sfruttare al massimo le prestazioni dello schermo Huawei MateView.

Un aspetto molto importante è il rafrash rate di 165 Hz, ottimo soprattutto per i gamer e dotato di funzione Dark Field Control, per adattare la luminosità dello schermo in scene buie; inoltre, abbiamo anche la funziona Crosshair progettata per i giochi FPS e il supporto mirino per aiutare i giocatori a centrare il bersaglio più facilmente. Una manna dal cielo per gli amanti dello sparatutto.

Altri dettagli che ne valorizzano il prodotto sono la gamma cromatica di livello cinematografico DCI-P3 del 98% ∆E<2 per colori realistici a 10 bit^7, vividi e con un passaggio da un colore all’altro più veloce e fluido e senza fastidiose bande di colore.

Design monitor Huawei MateView

Il design è uno dei punti forti del monitor Huawei MateView, geometrico sul retro e con diverse interfacce:

  • 2 porte USB-C;
  • 2 porte USB-A;
  • 1 porta HDMI;
  • 1 mini display port;
  • 1 jack audio da 3,5 mm.

Inoltre, il supporto integrato è regolabile sia in altezza che inclinazione a seconda delle proprie esigenze, grazie alla scheda madre separata dal pannello. E ancora, 2 supporti frontali ad alta potenza, 2 microfoni che supportano algoritmi di riduzione del rumore incorporati e raccolta del suono fino a una distanza di 4 metri.

Versione GT

La versione Huawei MateView GT differisce in alcuni aspetti che ne ottimizzano ulteriormente sia le prestazioni tecniche che il design. In primis, abbiamo lo schermo più grande (da 34 pollici in 21:9) e curvo, supporta una risoluzione fino a 3444×1440 e una luminosità massima di 350 nits.

Anch’esso presenta la certicazione TUV Rheinland Low Blue Light e Flicker Free per ridurre l’affaticamento della vista e la luce blu. Come nella versione precedente, anche qui abbiamo il SoundBar integrato per personalizzare le caratteristiche e luminosità del monitor con facilità a seconda delle proprie esigenze.

Back to top button