Attualità

Gli italiani e la Champions League: sogni e abitudini

La Champions League, la vecchia Coppa dei Campioni, quella dalle grandi orecchie (così come veniva chiamata una volta) è il sogno di ogni calciatore e di ogni tifoso di calcio.

Infatti, vincere questo ambito trofeo apre le porte per il titolo del pallone d’oro ai calciatori e attesta la supremazia di ogni squadra all’interno dei vari tornei appartenenti alla Uefa: la nostra Serie A, la Liga spagnola, i club tedeschi della Bundesliga, gli inglesi della Premier League, i francesi della Ligue one…

Lo spettacolo del grande calcio

Abbiamo ancora negli occhi lo spettacolo offerto nell’incontro di andata della semifinale che ha visto di fronte il Manchester City e il Real Madrid. Un match questo che è stato un ottimo spot pubblicitario per questa competizione visto lo spettacolo messo in scena. Un 4 a 3 roboante tra due scuole calcistiche vincenti anche se agli antipodi. Ha avuto la meglio la squadra allenata da Pep Guardiola contro l’undici messo in campo dal nostro Carletto Ancelotti. Molto probabilmente questa doveva essere la finale ma il calendario ha voluto diversamente.

We are living in a Yellow Submarine

Così cantavano i Beatles e così possiamo riassumere l’altra sfida in programma. Dici Beatles e pensi a Liverpool, al Cavern Club e ad Anfield Road, lo stadio dei Reds. In pochi secondi ti ritrovi a canticchiare ritornelli immortali, tra cui quello di Yellow Submarine. Destino vuole che questo sia il soprannome del piccolo club spagnolo, il Villareal, che è arrivato fin qui eliminando Bayern di Monaco e Juventus. L’altra semifinale vede il Liverpool contro il Villareal. Gli spagnoli del Sottomarino giallo sono la vera sorpresa del torneo, una ventata di aria fresca ma rischiano di restare schiacciati tra i grandi colossi del calcio europeo. Riuscirà Davide a far cadere i giganti e regalare il grande sogno ai suoi tifosi? Difficile, ma l’impresa sportiva resta sempre dietro l’angolo.

La Champions League per i club e per i tifosi italiani

Purtroppo sembrano essere lontani i tempi in cui le squadre italiane si giocavano una finale tutta loro, vedi la sfida dell’Old Trafford, il teatro dei sogni, tra Juventus e Manchester o la finale gallese tra Real Madrid e Juve. Gli italiani al momento si devono accontentare della fase a gironi, dove partecipano 4 squadre, molto probabilmente il prossimo anno ci saranno i tifosi di Inter, Milan, Napoli e Juventus ad ascoltare l’inno della Champions e a sognare. Toccherà loro andare allo stadio a gridare e a saltare per l’impresa dei loro beniamini.

Insieme a loro ci saranno tutti gli altri tifosi che, impossibilitati ad andare allo stadio, tiferanno guardando la partita in televisione, sui canali in chiaro, Mediaset e Rai, o sulle piattaforme a pagamento tipo Amazon Prime, che ha alcune partite in esclusiva, o Dazn, ad esempio.

Per saperne di più e per essere sempre aggiornati su tutto quello che succede in Champions League, ma non solo, puoi sempre seguire tutti i principali aggiornamenti su questo sito. Buona lettura!

Leggi anche:
Fifa 19 e la tecnica della “minestra riscaldata”
OnFleek, Pro di League of Legends, viene sospeso e multato per incitamento all’odio

Dave

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e riso per quello di Titanic. Sostiene di non aver bisogno di uno psichiatra, sua madre lo ha fatto controllare.
Back to top button