Eventi e Fiere

Gamescom 2019: un recap sulla fiera europea dei videogiochi

In questi giorni si è svolta all’area espositiva di Koelnmesse (Colonia, Germania) la Gamescom, una delle fiere dei videogiochi più importanti al mondo che come l’E3, portà novità e succulenti anticipazioni.

Come dire: se l’E3 è la vigilia di Natale, il Gamescom è Capodanno.

Nel corso della manifestazione sono stati presentati e provati numerosissimi titoli – vecchi e nuovi – che hanno donato, ai videogiocatori di tutto il mondo, un ottimo motivo per investire i loro stipendi (o quello dei genitori in alcuni casi). Cerchiamo di fare un piccolo recap di ciò che si è visto nel corso della manifestazione.

GAMESCOM 2019: CONFERENZE, CONFERENZE E CONFERENZE

Partiamo da Sony. Era più che ovvio che protagonista assoluto del suo intervento sarebbe stato Death Stranding – non più esclusiva – ed in un trailer di approfondimento si è sbrogliata parte della trama del gioco (anche se io personalmente ho ancora le idee abbastanza confuse) in cui sono stati presentati il personaggio di Mama e di Deadman in un primo gameplay. Pur mantenendosi salda sulla creazione di Kojima, però, Sony ha avuto il tempo di informare i suoi fedelissimi dell’acquisizione dello studio Insomniac, creatori di Marvel’s Spider-Man e Sunset Overdrive.

Nella conferenza Microsoft sono stati annunciati nuovi titoli in arrivo su Games Pass (come Devil May Cry 5), una nuova offerta per il Pass Ultimate (che comprende il pass per Xbox, per pc ed il Live Gold), è stato rilasciato Gears Pop che lo spin-off di Gears of War ed è stata rilasciata la modalità orda per la beta del quinto capitolo.

Anche Nintendo non è stata da meno, oltre che presentare i titoli porting come The Wicher 3, mostrare nuovi video di Pokemon Spada e Scudo ed il remake di Link Awakening, ci ha deliziato con qualche altro porting di qualità come Ori and the Blind Forest (che non è più esclusiva Xbox), e ci da la possibilità di immergerci meglio nel mondo di Astral Chain (in uscita in questi giorni).

NON SOLO ANNUNCI

Il Gamescom è famoso soprattutto per regalare la possibilità ai videogiocatori di provare con mano i titoli in uscita – nonostante l’attenzione di tutti fosse concentrata su annunci del calibro di Shenmue 3, il remake di XIII o Little Nightmare 2.

Ma la possibilità di provare con mano il gioco è di gran lunga più allettante di guardare un trailer.

Tra i tanti titoli si sono potuti provare Fifa e PES 2020, Dragon Ball Z: Kakaroth, il gioco dedicato a John Wick, Final Fantasy VII Remake, The Surge 2 e persino il Remake di Medievil… Che dire? Era impossibile non divertirsi al Gamescom o non trovare qualcosa da apprezzare.

Persino Google Stadia – che non ha annunciato l’uscita del suo servizio – ha attirato comunque l’attenzione annunciando titoli come Mortal Kombat 11.

Che dire in definitiva? Questa edizione del Gamescom è stata tra le più ghiotte di sempre e sembra che i Videogames stiano vivendo una seconda epoca d’oro in un mercato che è in continua evoluzione.

E voi che ne dite? Quale è stato l’annuncio che vi ha più colpito?

Leggi anche:
Google Stadia contro tutti; mette al centro creator ed influencer
Carlo Calenda si sbaglia sui videogiochi: lo dice la scienza
Pokémon Spada e Scudo: arriva un nuovo trailer
Nintendo Game Boy: un ricordo, trent’anni dopo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close