Natura e Ambiente

Fulmine da record si abbatte sul Brasile: è lungo oltre 700 km (FOTO)

L’Organizzazione Meteorologica Mondiale ha stabilito un nuovo record: il 31 ottobre 2018 in Brasile si è scagliato un fulmine così lungo da collegare Chicago e Toronto. La sua estensione? Oltre 700 km. Ben più della lunghezza raggiunta dal suo avversario, 11 anni prima. In Oklahoma, infatti, nel 2007 era stato registrato un fulmine di “appena” 321 km.

fulmini

Fulmine sul Brasile, il WMO: “è record”

Lo spaventoso fulmine che ha squarciato i cieli del Brasile, dalla costa Atlantica fino al cuore dell’Argentina, è stato riconosciuto come il più lungo mai registrato dalla World Meteorological Organization. Secondo agli studiosi, l’apporto delle nuove tecnologie satellitari oggi disponibili consente di monitorare questi fenomeni in maniera più precisa. Il direttore di Weather and Climate Extremes, Randall Cerveny, ha spiegato:

È probabile che esistano estremi ancora più grandi e che saremo in grado di osservarli con il miglioramento della tecnologia di rilevamento dei fulmini.

Gli scienziati, infatti, hanno utilizzato le immagini di ben quattro satelliti, gestiti da USA, Unione Europea e Cina. In passato, invece, il processo di rilevazione dei fulmini avveniva per mezzo di un monitoraggio esclusivamente terrestre.

fulmine record
L’immagine satellitare del “mega flash”

Ma quali sono le ragioni che spiegano il verificarsi di questi avvenimenti? I fulmini si originano quando le correnti di aria fredda e aria calda si scontrano all’interno dei temporali.

La loro interazione determina attrito e cariche elettriche, che si muovono attraverso le nuvole. Quando il fondo della nuvola diventa saturo di cariche negative, l’elettricità migra verso una zona con carica positiva, dando origine al fulmine.

Il sud America è la cornice ideale per il verificarsi di questi fenomeni. Infatti, i fulmini colpiscono prevalentemente le regioni con alto tasso di umidità e ambienti montani ad alta quota.

Non solo Brasile: in Venezuela, nei pressi del lago Maracaibo, uno studio della NASA ha rilevato circa 300 tempeste elettriche in un solo anno.

Qual è, invece, il record per il fulmine più duraturo mai registrato? Il 4 marzo 2019 è stato rilevato un fulmine della durata di ben 16,73 secondi, abbattutosi sull’Argentina settentrionale. Il precedente record, invece, ammontava a 7,74 secondi. Il fulmine era stato registrato nel sud della Francia nel 2012.

Quale migliore occasione se non questa, per rispolverare l’antica saggezza popolare della nonna? In caso di pioggia, stare bene alla larga dagli alberi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close