Cinema, Film e Serie Tv

Film Supereroi: “non sono cinema” e altre opinioni sui Cinecomics Marvel

Cominciano ad essere molte le eminenze cinematografiche a dichiarare apertamente di non gradire i film Marvel

Quando si parla di film di supereroi, a quanto pare non siamo tutti amici. Dato il successo della linea cinematografica adottata da Marvel sotto la guida Disney, sicuramente a qualcuno piacciono, ma opinioni piuttosto autorevoli sembrano sostenere che non sia giusto così.

Tutto è iniziato quando Martin Scorsese (un nome da poco) ha dichiarato apertamente che non ritiene che i film del MCU siano da considerarsi cinema.

Un’affermazione piuttosto forte, che è stata articolata in due statements separati. Il primo, quello che ha indubbiamente fatto più notizia, paragonava semplicemente i film del MCU a dei parchi divertimenti.

Scorsese dichiarava infatti che, pur avendo provato a dare una possibilità ai titoli Marvel, non è riuscito a guardarli. Divertenti? Certo, come i parchi divertimenti, ma indubbiamente non significativi, esattamente come i luoghi a cui sono stati paragonati.

Non è il cinema di esseri umani che vogliono portare esperienze psicologiche ed emozionali ad altri esseri umani

Martin Scorsese

Parliamo dei film sui supereroi

La discussione non è tardata, con risposte arrivate da vari attori, registi e produttori che hanno preso parte ai film incriminati. Joss Whedon, Kevin Feige, James Gunn, ma anche Robert Downey Jr., Samuel L. Jackson, e in ultima battuta Natalie Portman, sono solo alcuni dei nomi di coloro che hanno risposto alle dichiarazioni di Scorsese dicendo, un esempio su altri, che “non esiste un modo univoco di fare arte” (Portman).

Natalie Portman

Martin non si è pero tirato indietro: in un secondo intervento, infatti, ha rincarato la dose non soltanto ribadendo quanto detto in precedenza, ma dichiarando anche che questi titoli stanno invadendo i cinema moderni e che a questa invasione si dovrebbe resistere.

Un’opinione decisamente più forte che va oltre il semplice gusto personale e alla quale l’attrice Jennifer Aniston ha fatto sapere di essere allineata. La star nota per il ruolo di Rachel in FRIENDS, infatti, ha dichiarato apertamente che esiste già troppo contenuto Marvel in giro, che siamo sommersi… E se le sembra troppo adesso, vorrei sapere cosa dirà quando il contenuto del MCU andrà ad incrementare vertiginosamente dopo l’uscita di Disney+… Anche data l’importanza che Disney sta dando al franchise.

Ultim’ora: Francis Ford Coppola si unisce al coro

Francis Ford Coppola, altro regista di pari fama, ha deciso di unirsi al collega nelle critiche ai film Marvel… Ma non ci è andato leggero come Scorsese. Dopo aver sottoscritto le parole di Scorzese, infatti, ha deciso di fare un altro passo, aggiungendo:

Martin è stato gentile quando ha detto che non sono cinema. Non ha detto che sono spregevoli, che è quanto ho intenzione di dire io.

Un bel colpo che distanzia l’opinione di Coppola da quella di Scorzese, che sembra semplicemente volere un po’ più di impegno nella creazione di titoli più singolari.

D’altronde i film sui supereroi Marvel sono criticati principalmente per via della loro semplicità narrativa (e questa è una critica già posta in passato), ma secondo molti, titoli come Infinity War ed Endgame hanno dimostrato di saper inserire nel MCU degli intrecci più articolati, e che con i cinecomic si può fare più che un semplice cinema di intrattenimento.

In fondo, come è sempre stato per i fumetti della casa delle idee, non c’è un titolo Marvel che non cerchi di ispirare il pubblico in qualche modo, più o meno palesemente.

Insomma, a quanto pare Scorzese ha appiccato un discreto incendio sul MCU… E mentre qualcuno ha aperto gli idranti per spegnerlo, altri hanno deciso di dare manforte all’incendiario a loro modo, se non di rincarare la dose gettando benzina nelle fiamme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close