Cinema, Film e Serie Tv

Film sul Medioevo da vedere: 7 importanti titoli da non lasciarsi scappare

Sette perle più o meno conosciute, sette sguardi diversi ad una delle epoche più affascinanti della Storia

Il Medioevo è stato un periodo straordinario della nostra Storia. Le prime immagini che ci saltano in mente appena sentiamo questa parola sono sicuramente castelli, cavalieri, spade, ma anche draghi, streghe, fate… In un’epoca così profondamente segnata dallo scontro tra religione, folklore e cambiamenti radicali nelle strutture sociali, realtà e fantasia hanno finito per mischiarsi, riempiendo la nostra immaginazione di sfumature magiche. Questo periodo ha ispirato innumerevoli opere d’arti, in ogni campo creativo possibile e il cinema non è certo rimasto immune al suo fascino. In questo articolo, vi proponiamo sette Film sul Medioevo, imperdibili per chi è appassionato di Storia, sette opere che ci regalano diversi punti di vista su questa epoca così affascinante e che sicuramente ci faranno amare ancora questa epoca storica.

1) LADYHAWKE
LadyHawke
è riassumibile in un’unica parola: cult. Uno dei film simbolo degli anni ’80, la storia d’amore impossibile tra il bell’Etienne Navarre (interpretato dal magistrale Rutger Hauer, in una delle sue migliori performance) e l’eterea Isabeau D’Anjou ha appassionato ed entusiasmato un’intera generazione.

In questo film la magia, la fede e gli elementi tipici di un High Fantasy si mischiano tra loro alla perfezione, creando un’opera visivamente magnifica (anche grazie all’ambientazione: molte delle scene sono state girate tra i borghi medievali più belli d’Italia!) ed emozionante. Da non perdersi assolutamente!

ladyhawke
Oltre Blade Runner, Rutger Hauer ci ha conquistato anche grazie a questa magnifica interpretazione.

2) IL SETTIMO SIGILLO
Per chi vuole addentrarsi nell’oscurità più impenetrabile dell’epoca e godersi un film sul medioevo tecnicamente perfetto, questa è la scelta giusta. Ingmar Bergman ci regala un’opera che è quasi un trattato di filosofia, dove viene ampiamente esplorato uno dei temi più cari agli uomini dell’epoca: il rapporto tra Dio e l’onnipotente, che viene rappresentato magistralmente dai protagonisti, il Cavaliere e la Morte.

Un film suggestivo, di grande impatto, che attraverso il pretesto del viaggio e della quest medievale ci conduce in un cammino nel nostro inconscio più segreto. Una prospettiva nichilista e spirituale del Medioevo, imperdibile.

il settimo sigillo
La scena simbolo del film, la partita a scacchi con la Morte.

3) IL NOME DELLA ROSA
Il film è diventato leggendario, e recentemente dal romanzo di Umberto Eco è stata tratta una serie TV molto ben fatta, che esplora più a fondo le tematiche del libro.

Una prospettiva completamente religiosa, che racconta non solo le tenzoni tra vari movimenti cattolici, ma anche quelle della nostra anima, il tutto ambientato nella claustrofobica cornice di un monastero in mezzo ai monti. Indispensabile per avere un punto di vista storicamente accurato e affascinante sulla classe sociale che spesso poteva avere anche più potere dei Re stessi: il clero.

il nome della rosa film medioevo
Quasi uno Sherlock Holmes del Medioevo, sarà il grande Gugliemo da Baskerville a guidare Adso attraverso i misteri dell’abbazia.

4) DRAGONHEART
Se i draghi vengono sempre visti in modo piuttosto negativo, nell’ottica occidentale, questo film potrà farvi cambiare idea. Draco, l’ultima di queste creature rimaste al mondo, accetta di dividere il suo cuore con Einon, nella speranza che quest’ultimo possa diventare un sovrano illuminato e risollevare le sorti del regno.

Ma questi si rivelerà un tiranno spietato, e servirà l’intervento di un coraggioso cavaliere, Bowen, per porre fine alla sua dittatura crudele. Mischiando le leggende del Ciclo di Artù con gli elementi fantasy più classici, abbiamo un’opera di rara sensibilità, perfetta per chi vuole una storia medievale con degli insegnamenti sinceri ed importanti.

film sul medioevo dragon hearth
L’amicizia tra un drago e un essere umano può significare molto di più di quello che sembra in apparenza…

5)  IL RACCONTO DEI RACCONTI
Straordinaria e bizzarra opera di Matteo Garrone, questo film sul medioevo si rifà direttamente a Lo Cunto de Li Cunti, la famosa raccolta di novelle di Giambattista Basile.

Attraverso atmosfere oniriche, ambientazioni pittoresche e un’eccellente caratterizzazione dei personaggi, faremo un viaggio nelle fiabe oscure di Basile, ognuna con la sua propria morale e la sua magia, in un’opera visivamente ricchissima e tecnicamente ineccepibile. Consigliato a chi cerca un film meno realistico e più… incantato sul Medioevo.

il racconto dei racconti
Salma Hayek in uno dei suoi film migliori, dove interpreta una regina disposta a tutto per amore di suo figlio.

6) LA PRINCIPESSA MONONOKE
Arriviamo al primo dei due film di animazione che vi proporremo. La Principessa Mononoke, classico dello Studio Ghibli, è ambientato in epoca Muromachi, il nostro Basso Medioevo, e racconta dell’eterna lotta tra lo strapotere dell’essere umano e Madre Natura.

L’elemento fantastico e magico, ricorrente e fondamentale nel film, è la metafora e l’emblema di un mondo che va via via scomparendo, a causa dell’arroganza dell’uomo e del suo egoismo. Consigliato a chi ha a cuore i temi dell’ecologia e dell’ambientalismo, e anche a chi vuole uno sguardo sul Medioevo più “orientale”, diverso dai nostri canoni europei.

la principessa mononoke
Il tema della Natura è molto caro ad Hayao Miyazaki, che in questo film ci regala un’altra grande protagonista femminile.

7) BELLADONNA OF SADNESS
Altra opera made in Japan, ma con ambientazione europea: la storia è ambientata nella Francia medievale, e narra la sfortunata vita di Jeanne, giovane donna costretta a subire le angherie e le violenze degli uomini, e che deciderà di prendere in mano il proprio destino, ad ogni costo.

Il tema fondamentale del film è quello della stregoneria, che qui è però indicata come mezzo di emancipazione della donna. Angoscioso, crudo, esteticamente impeccabile, i continui richiami all’arte dei tarocchi e di Gustav Klimt rendono questo film sul medioevo un’opera leggendaria dell’animazione giapponese.

Per chi vuole avere un ritratto brutale della condizione della donna nel Medioevo, dipinto con la maestria di Eiichi Yamamoto.

belladonna of sadness
I richiami artistici nel film sono innumerevoli e stupendi, e contribuiscono a creare un’opera di grande spessore visivo.

Speriamo che questa scelta di film possa esservi piaciuta e che vi abbia ispirato! Ovviamente, ci sono moltissimi altri titoli anche più conosciuti che avremmo dovuto aggiungere, ma la scelta (e l’articolo!) sarebbe stata davvero infinita. Magari, in un’altra puntata…

Leggi anche:
Un tuffo nel passato, dove trovare il medioevo in Italia
Narrativa Fantasy e Logica negli universi immaginari
Il Nome della Rosa: Dal Libro alla Serie Tv
“Come lacrime nella pioggia”, morto Rutger Hauer

Necronomidoll

Divoratrice compulsiva di libri, scrittrice in erba, Maladaptive Daydreamer. Innamorata da sempre di Samwise Gamgee.
Back to top button